NanoPress

Nave spaziale porterà esplosivi nucleari anti-asteroidi, al via il progetto

E’ in fase di progettazione una navicella spaziale che avrà il compito di portare nello spazio ordigni nucleari da usare contro eventuali asteroidi diretti verso la Terra

Astronave porterà esplosivi nucleari anti-asteroidi, al via il progetto – In futuro la Terra potrà essere protetta dall’impatto di pericolosi asteroidi grazie ad un progetto che sta mettendo a punto una Ong danese. Si tratta di un’astronave, in fase di sviluppo, che avrà il compito di trasportare esplosivi nucleari nello spazio, che potranno essere usati per distruggere o deviare la corsa di eventuali asteroidi diretti verso la Terra. Un’idea che pare essere uscita da un film ma che in futuro potrà diventare realtà: del resto il veicolo spaziale ha già un nome, Hyper Velocity Asteroid Impact Vehicle (HAIV), ed è pensato per poter raggiungere un asteroide in soli 100 giorni, portando con sè un ordigno nucleare molto potente che proteggerà la Terra dalla distruzione. A progettarlo ci stanno pensando i ricercatori dell’Emergency Asteroid Defence Project (EADS), una ONG con sede in Danimarca, che stanno basando il progetto sulla capacità del vettore di individuare e raggiungere l’asteroide in tempi molto rapidi, così da poter essere usato nel caso in cui tutti gli altri metodi dovessero fallire. Guarda una serie di immagini di asteroidi e dello spazio

Esplosione nucleare nell asteroide

Esplosione nucleare nell asteroide, foto Eads

Il progetto ha costi non indifferenti: una somma compresa tra 500 milioni e 1,5 miliardi di dollari, un costo che sarà legato alle dimensioni e alla distanza dell’asteroide; il veicolo spaziale verrà lanciato con razzi come l’Atlas V o il Delta IV per poi allinearsi all’asteroide seguendone la rotta, lanciando in seguito un primo modulo esplosivo, con l’obiettivo di creare un cratere sulla superficie dell’asteroide stesso. Un secondo modulo dovrebbe far esplodere la testata nucleare all’interno del cratere distruggendo l’asteroide, per renderlo innocuo. Servirà inoltre un sistema di monitoraggio da Terra per individuare per tempo ogni potenziale minaccia e lanciare la navicella prima che l’asteroide possa diventare pericoloso per la vita sul pianeta. Secondo gli esperti che stanno lavorando al progetto, una volta completata la navicella potrà fermare asteroidi grandi sino a 300 metri ovvero la maggior parte dei corpi che orbitano nelle vicinanze del nostro pianeta. Bisognerà poi caire come superare le questioni legali che gravitano attorno al lancio di un ordigno nucleare nello spazio.