NanoPress

Disastro nel sud-est asiatico, precipita un aereo con 227 persone a bordo

Si teme strage nel sud-est asiatico; precipita aereo con 227 persone a bordo

Il Boeing B777 della Malaysia Airlines in volo da Kuala Lumpur a Pechino è “ufficialmente” precipitato. L’ultimo contatto questa mattina alle 02:40 locali (le 19:40 italiane), da allora nessun segnale, quel volo a Pechino (era atteso per le 06:50) non è mai arrivato e si inizia ad indagare sulle cause dell gravissimo incidente aereo. Il jet della compagnia di bandiera malaysiana è partito pochi minuti prima della mezzanotte con 227 passeggeri e 12 membri dell’equipaggio, e al momento in cui si sono persi i segnali il velivolo stava sorvolando lo spazio aereo del Vietnam, in mare aperto. Sono ovviamente partite le operazioni di ricerca e soccorso ma a distanza di più di 15 ore dall’incidente non si hanno notizie, si teme che tutti gli uomini e le donne che erano a bordo siano rimaste vittime di questo gravissimo incidente aereo.

Secondo le autorità del Vietnam l’aereo non era ancora nello spazio aereo del paese per questione di pochi chilometri, con una localizzazione approssimativa che lo mostra a 300 km dall’isola di Tho Chu, tra Golfo di Thailandia e Mar Cinese Meridionale. E’ stata organizzata una massiccia operazione di soccorso questa mattina, ma ancora non sono stati resi noti i risultati di tale ricerca, anche se sono quasi nulle le possibilità di trovare qualche superstite.  Secondo giornali cinesi due navi della marina di Pechino si stanno dirigendo verso la zona.

La direzione dell'aereo scomparso

La direzione dell’aereo scomparso

Confermata la notizia che l’italiano segnalato a bordo, Luigi Maraldi di 77 anni, non si fosse imbarcato. L’uomo ha telefonato ai genitori rassicurandoli che stava bene e che non aveva preso il volo. L’uomo aveva denunciato all’inizio di agosto lo smarrimento del suo passaporto, e non avrebbe avuto motivo di prendere quell’aereo. Gli investigatori dunque vaglieranno oltre all’incidente un caso di immigrazione clandestina.  Al momento del disastro le condizioni meteorologiche erano discrete, fatta eccezione per la presenza di nuvolosità stratiforme tra i 4 e i 6000 metri. La zona è notoriamente soggetta a wind shear verticale e potrebbe essersi verificata qualche turbolenza significativa, magari associata a malfunzionamento di alcuni strumenti a bordo.

Fortunatamente alcuni disastri aerei vengono evitati dalla bravura dei piloti, come si vede nelle immagini qui sotto:

GALLERY ATTERRAGGI AEREI DI FORTUNA

Meteo Widget
Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa