Cosa è la Shelf Cloud? Genesi e Dinamiche

Imbattersi in una Shelf Cloud rappresenta indubbiamente un momento di incontro affascinante fra l’uomo e la potenza della natura. Questa tipologia di nube, comunemente detta a mensola,  è solitamente associata ad una formazione temporalesca giovane e ne precede l’avanzata. La sua forma a volte inarcata può lasciar pensare a movimenti delle masse d’aria di tipo rotatorio presentando quindi una informazione sbagliata all’osservatore in quanto il movimento rotatorio avviene unicamente nella eventuale Supercella che la segue. I fenomeni precipitativi intensi sono infatti mascherati dalla Shelf Cloud sospinta dall’outlflow della formazione temporalesca e si scatenano poco dopo il suo passaggio. Questa nube si può generare anche in caso di intense avvezioni fredde con lo scontro con masse d’aria più umide e calde e quindi non essere necessariamente collegata ad una supercella.

Il fronte freddo al suo arrivo solleva violentemente le masse d’aria più calde preesistenti al suolo, le quali risalendo condensano dando vita alla Shelf che a causa del downdraft può protendersi in un inarcamento. La parete frontale è la manifestazione dell’ascensione delle masse d’aria e si presenta imponentemente agli occhi dell’osservatore in caso di contrasti con i raggi solari. La foto riportata è esaustiva del fascino che riveste tale nube per chi vi si imbatta.

In alcune circostanze la nube a mensola è seguita nella sua parte posteriore da imponenti formazioni nuvolose molto turbolente. Tali turbolenze, generate dall’Outflow,  disegnano la parte inferiore della Shelf dandogli sembianze di una bocca di balena e proprio per questa ragione viene denominata Whale’s Mouth. Maggiore è la umidità presente più elevata è la possibilità di trovarsi di fronte a questo fenomeno che non sempre è associato a violente piogge. Anche in questo caso sono spesso associate all’incedere della Supercella.

L’osservatore può essere indotto a confondere una Shelf Cloud con una Wall Cloud ma le differenze fra le due sono notevoli così come gli effetti precipitativi. La seconda è indubbiamente associata ad un temporale dalle precipitazioni più violente e spesso grandinigene ed a eventuali movimenti rotatori delle masse d’aria. Dalla seconda possono generarsi Tornado. La Wall Cloud infatti, a differenza della Shelf Cloud, è un lowering della base del cumulonembo associato al Mesociclone. La Shelf invece è associata visivamente ma ben distinta dalla base del cumulonembo. Il loro posizionamento nei confronti del sistema temporalesco è differente: la Shelf precede sospinta, come detto, dall’Outflow mentre la Wall si genera inferiormente come lowering della stessa formazione mesociclonica.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa