NanoPress

Notte San Lorenzo 2012: stelle cadenti dalle Perseidi il 10-12 agosto

Notte di San Lorenzo 2012: pioggia di stelle cadenti in arrivo. Il clou previsto il 12 agosto.

Anche quest’anno, persone di tutte le età attendono il 10 agosto, data della Notte di San Lorenzo e, soprattutto, dell’arrivo delle stelle cadenti. Chiamate anche “lacrime di San Lorenzo”, le stelle trasformano le notti estive in un mix di scienza e di romanticismo che cattura l’attenzione di molte persone, non necessariamente appassionate di astronomia, ma pronte ad esprimere desideri o semplicemente attratte dal fenomeno.

Le stelle cadenti sono osservabili in ogni periodo dell’anno, ma gli sciami più attivi si susseguono proprio nel periodo luglio/agosto. Dal 15 luglio al 12 agosto sarà possibile ammirare lo sciame delle Piscis Austrinidi, che raggiungerà l’apice nella notte tra il 27 e il 28 luglio 2012; le Delta Aquaridi raggiungeranno la terra tra il 12 luglio e il 15 agosto (picco nella notte tra il 28 e il 29 luglio); dal 3 luglio al 15 agosto sarà visibile lo sciame di Alpha Capricornidi. Infine le Perseidi, che si vedranno dal 15 luglio al 24 agosto, con maggiore attività il 12 agosto 12.

Stella cadente notte di san lorenzo 2012

La pioggia di stelle è prevista tra il 10 (notte di san lorenzo) e il 12 agosto 2012. Fonte: astronomicalcentre.org

Il nome Perseidi deriva dal fatto che tali meteore sembrano irradiare in un punto che si diparte dalla costellazione del Perseo. Le Perseidi derivano dai frammenti della Cometa Swift-Tuttle, una cometa periodica che è transitata vicino alla Terra nel 1992; il prossimo passaggio si verificherà nel 2126. Sono proprio i detriti lasciati dalla cometa i responsabili dello sciame meteorico delle nottate di Agosto; è in questo periodo che la Terra nel corso del suo moto orbitale intercetta la fascia di detriti, dando l’avvio al fenomeno. Quest’anno, le ore migliori per osservare le meteore sono comprese tra l’una e le quattro di notte. Comunque tutte le nottate tra il 10 ed il 15 Agosto consentono di osservare un elevato numero di meteore e proprio la collocazione dell’evento a ridosso del 10 Agosto ha reso note le stelle cadenti con l’appellativo di lacrime di San Lorenzo, martirizzato il 10 Agosto del 258 D.C. durante la persecuzione ordita dall’imperatore Romano Valeriano.

Ma cosa sono esattamente le stelle  cadenti? Il fenomeno è costituito da piccoli frammenti di roccia che vagano nel sistema Solare e che poi di tanto in tanto vengono catturati dal campo gravitazionale dei pianeti.  Il fenomeno delle stelle cadenti è dovuto alla cattura da parte della gravità terrestre di frammenti di roccia che poi una volta entrati nei strati più densi dell’atmosfera si consumano per attrito con l’aria dando luogo a quella sequenza di eventi ottici che vengono indicati con il nome di meteora. L’attrito causato dalle molecole dell’aria surriscalda rapidamente il frammento di roccia portandolo ad una temperatura di oltre 2000°C che lo rende visibile. La temperatura elevata vaporizza rapidamente il corpo della meteora e l’osservatore da Terra vede la classica scia luminosa della stella cadente. La scia è costituita dai gas ionizzati derivanti dall’energia sprigionata dall’attrito.

Per osservare le stelle cadenti in condizioni ottimali è necessario scegliere un luogo buio e ovviamente sperare in condizioni di cielo sereno e limpido.  I dati forniti dai modelli, ad oggi, indicano condizioni di cielo  in prevalenza sereno o al più poco nuvoloso. Ma è una linea di tendenza da confermare nei prossimi giorni

Per rimanere aggiornati consultate le Previsioni Meteo Italia e Ferragosto, ove è presente la tendenza previsionale per il periodo compreso tra il 10 ed il 15 Agosto.

Meteo Widget
Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa