NanoPress

Previsioni neve 2013, situazione innevamento Alpi ed Appennini

Previsioni neve inverno 2012-2013, Italia, Alpi ed Appennino

Delineare un quadro delle aree maggiormente interessate da fenomeni nevosi per la prossima stagione invernale è un compito assai arduo. Proveremo in questo articolo a farlo, spiegandone il perché. Ricordiamo all’abbondante pubblico che ci legge che si tratta di tendenze e che queste informazioni tengono conto delle configurazioni medie bariche previste per il trimestre invernale allo state attuale in cui questo articolo è stato redatto.

A chi non piacerebbe passare una settimana bianca con un paesaggio simile?

Previsioni Neve Novembre 2012: Durante il mese di Novembre (ma soprattutto nella seconda quindicina) le temperature risulteranno nella media o leggermente superiori alla media al Centro ed al Sud mentre saranno in media o leggermente inferiori al Nord. Le precipitazioni risulteranno abbondanti al Nordovest ed in particolare sul settore alpino meridionale, ove risulteranno nevose fino a quote medie su Piemonte, Lombardia occidentale e Valle d’Aosta. Quota neve alta sulle Alpi di Nordest e sull’Appennino. A fine mese l’innevamento risulterà abbondante oltre i 1500 m sul settore centro-occidentale, discontinuo, irregolare ed a più alta quota sulle Alpi di Nordest e sull’Appennino settentrionale. Assente su quello centro-meridionale.

Previsioni Neve Dicembre 2012: Il mese di Dicembre potrà vedere il frequente arrivo di masse d’aria fredda dai quadranti settentrionali nella seconda parte del mese con temperature complessive inferiori la media o nella media e precipitazioni superiori alla media su tutta la Penisola. L’innevamento a fine mese risulterà abbondante fino a quote medio-basse sulle Alpi centro-occidentali, meno abbondante ma presente fino a quote più basse sul comparto alpino centro-orientale, spessori nella media presenti fino a quote medio-basse su tutto l’Appennino, in particolare i versanti orientali e settentrionali.

Previsioni Neve Gennaio 2012: Nella parte iniziale del mese le precipitazioni e le temperature risulteranno nelle medie, favorevoli a nuove nevicate sia sulle Alpi che sull’Appennino. Nella seconda parte di Gennaio l’anticiclone risulterà più invadente consentendo clima più secco e mite, ma anche un generale assestamento del manto nevoso. A fine mese l’innevamento sarà presente e con spessori nelle medie su tutto il comparto alpino e sui settori appenninici centro-settentrionali, inferiore alle medie sull’Appennino meridionale a causa di una maggior fusione.

Prossimo aggiornamento tra 15 giorni circa

 

 

 

 

 

Meteo Widget
Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa