NanoPress

Ecco Biosphera 2.0, la casa del futuro, ha un rendimento buono da -15 °C a + 40 °C

  • Arriva Biosphera 2.0, la casa del futuro. Il progetto interesserà  Aosta, Milano, Rimini, Torino e Lugano.

    Ecco Biosphera 2.0, la casa del futuro, vediamo di cosa si tratta

    Ecco Biosphera 2.0, la casa del futuro, vediamo di cosa si tratta, fonte foto: biosphera2.it

    Ecco Biosphera 2.0, la casa del futuro, ha un rendimento buono da  -15 °C a + 40 °C – Parte da Courmayeur la prima casa del futuro. Si tratta del progetto Biosphera 2.0, che consiste in una casa di 25 metri quadrati, ideata per soddisfare tutte le richieste delle persone che lo abitano, mettendo in primo piano, salute, benessere ed ambiente. Dal sito ufficiale: Il progetto nasce su iniziativa di Aktivhaus in collaborazione con il Politecnico di Torino DAD, l’Università della Valle d’Aosta, Vallée d’Aoste Structure e con gli istituti Zephir, Minergie e PEFC con il patrocinio della Regione Valle d’Aosta, del Comune di Courmayeur e la partecipazione di diverse aziende nazionali e internazionali. 100 studenti di architettura e ingegneria provenienti da diversi Atenei italiani hanno partecipato ad un concorso/workshop lanciato dal gruppo Woodlab del Politecnico di Torino e dalla start up Be-eco sviluppando 15 concept. Il concept vincitore, presentato da sei studenti del Politecnico di Torino DAD, è stato assunto come linea guida per sviluppare il modulo abitativo BiosPHera 2.0. […]

  • Il test prevede sia temperature elevate, come quelle della riviera adriatica in estate(Rimini), ma anche temperature molto basse, come quelle di Courmayeur in inverno. Il modulo è stato progettato per garantire una temperatura interna di 21 gradi in inverno e di 25 in estate. Se la temperatura dovesse abbassarsi è possibile farla salire utilizzando il proprio corpo( ad esempio con un’ora di cyclette si può alzare di due gradi). Durante il progetto il modulo verrà abitato da 24 ospiti, come si può leggere dal sito ufficiale:  Biosphera 2.0 è un racconto e un’indagine sulla casa del futuro. Nel corso di dodici mesi 24 abitanti danno vita ad un racconto sulla qualità della vita nelle abitazioni. Studenti e professionisti, raccontano la vita all’interno del modulo con post, fotografie, mini video. Agli ospiti abbiamo chiesto cosa non deve mancare nella casa e nella città del futuro. […]

  • Sottoposta agli stress test più duri, con temperature esterne da -15 °C a + 40 °C, durante tutti i 12 mesi verranno raccolti i dati di oltre 20 parametri relativi al modulo abitativo. Si tratta di una casa energeticamente autonoma e a misura d’uomo, costruita adottando le migliori tecnologie disponibili e in grado di produrre in autonomia tutta l’energia necessaria per viverci.