Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 15 Ottobre
Scarica la nostra app

Gasherbum II – Bielecki e Cala Cimenti raggiungono campo I. Primo tentativo di discesa integrale dal K2 con gli sci per Bargiel. Incidente sul Latok I.

1 di 3
  • Gasherbum II: Bielecki e Cala Cimenti raggiungono campo I

    Foto CalaCimenti Facebook

    Foto CalaCimenti Facebook

    Gasherbum II – Bielecki e Cala Cimenti raggiungono campo I. Primo tentativo di discesa integrale dal K2 con gli sci per Bargiel. Incidente sul Latok I.

    La stagione sul Karakorum sta entrando nel vivo. Si sta arrivando al Campo base delle montagne che circondano il ghiacciaio Baltoro nel nord del Pakistan a circa 5000m. Analizziamo i progressi delle spedizioni più importanti che vi avevamo già descritto nel nostro articolo di inizio mese.

    GASHERBRUM II: è sorta una grande collaborazione tra Il Polacco Bielecki, uno dei più forti alpinisti del momento, e il nostro Carlo Alberto Cimenti. Con i loro compagni di spedizione sono giunti al Campo 1 dopo 20 ore di lavoro per aprire la via tra i crepacci. Nel gruppo di testa, insieme ad Adam Bielecki ed Jacek Czech, la cordata italo-svizzera composta oltre che dal “Cala” anche da Matthias Koenig, Maurizio Basso e Francesco Cassardo. Nella montagna anche una spedizione tedesca, poi slovacchi austriaci, ungheresi ed ucraini; quest’ultimi poi tenteranno il Gasherbrum I. Molte nevicate in questi giorni. Apprensione un giorno perché non si avevano notizie di Koenig a cui gli si era rotta la radio in un tentativo solitario di salita verso il C1.

    Carlo Alberto Cimenti ormai è un veterano dell’alpinismo d’alta quota e dello sci ripido, l’anno scorso è salito sul Dhalaugiri con Koenig e ne ha disceso con gli sci una buona parte. Ha compiuto l’ascesa al Cho Oyu e al Manaslu sempre in stile alpino ed accompagnato dagli sci così come tutte i 7.000 dell’Ex unione sovietica che gli hanno valso il premio di Snow Leopard nel 2015. Da poco sposato e recentemente ha compiuto la prima ripetizione del Laila Peak con gli sci.

    Bielecki invece è un veterano del Karakorum. Sue due prime invernali su Broad Peak e Gasherbrum I, è salito pure su K2 in luglio. E’ salito alla ribalta mondiale per il famoso salvataggio sul Nanga Parbat (che ha tentato piu volte di salire anche in invernale) ad Elisabeth Revol compiuto con Denis Urubko.

    K2: Lo sciatore polacco Andrzej Bargiel salirà sul K2 , per diventare la prima persona a scendere tutto il pendio della montagna. Adesso è arrivato al Campo Base del Gashabraum II per acclimatarsi e tentare la vetta. Il Club alpino del Pakistan ricorda che i precedenti tentativi di eseguire tale trucco si sono conclusi con un fallimento. Così l’italiano Hans Kammerlander nel 2001 ha iniziato dall’alto e ha guidato per circa 400 metri finchè un alpinista coreano ha rotto gli occhi, a causa di ciò che ha fermato la discesa. Nel 2009 nel tentativo di scendere dal K2 lungo la via Cesen Michele Fait ha perso la vita. Questo è il secondo tentativo di Andrzej. L’anno scorso è stato fermato dall’aumento del pericolo di valanghe. Prima di questo, il polacco era già stato contrassegnato dallo sci con gli ottomila come Shishapangma e Broad Peak. Sul K2 anche altre spedizioni commerciali (con ossigeno e sherpa) tra loro lo spagnolo Carlos Garranzo, Nathalie Fortin, e Sophie Lavaud (sul Kanche questa primavera), Jake Mayer che sono sulla strada per il Campo Base. […]

  • NANGA PARBAT: Alex Gavan e Tunc Findik stanno sulla parete Diamir del Nanga Parbat, la via normale di salita. Piccoli terremoti che hanno causato numerose valanghe nei giorni scorsi hanno reso impossibile la salita verso i campi alti. Il tempo pare instabile fino a fine giugno. Dovrebbero essere riusciti ad arrivare al campo 1. Tunc Findik torna al Nanga parbat dopo l’attentato del 2013 al campo base dove hanno perso la vita parecchi scalatori e porters. Altre spedizioni al Campo base peruviane, della corea repubblica ceca e svizzera.

    LATOK1. venerdì, mentre cercavano di scalare Latok I (7145 m), una coppia sudcoreana è stata sepolta da una valanga. Secondo i media pakistani, i due hanno subito gravi ferite (fratture delle costole e degli arti). Grazie alle operazioni di salvataggio rapidamente avviate e all’arrivo di elicotteri, le vittime sono state rapidamente trasportate a Skardu.

    ALTRE SPEDIZIONI

    L’ alpinista svizzero Hansjörg Auer ha in programma una salita solitaria della parete ovest Lupgar Sar occidentale, 7181m, nel nord del Pakistan. Il 24 giugno scrive “Ieri ho raggiunto il campo base. Non è stato facile a causa del tempoinstabile e dell’assenza di un sentiero battuto, a volte molto ripido.Alcune cose sono andate perse per strada, ma in generale, tutto ciò che serve è. Il campo base si trova in un posto davvero selvaggio, e Lupgar Sar è una bellezza!”.

    Per il Broad Peak, Frederik Strang deve ancora raggiungere il campo base da Askole.

    La spedizione italiana per la ripetizione del Gashebrum IV era ieri al circolo concordia (4.700m) ad un giorno del campo base. Anche Mario Vielmo dovrebbe raggiungere a breve il CB del GI.

  • Tempo instabile con temporali specie al Sud, ecco i dettagli

    Cerca le previsioni meteo per la tua località

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: