NanoPress

Eclissi totale Luna Rossa oggi venerdì 27 luglio 2018: sarà la più lunga del secolo | Orario e info diretta streaming | Gli eventi in Italia

  • Eclissi Totale lunare venerdì 27/07/2018: come e dove vedere la Luna Rossa in Italia. Eventi e le informazioni sull’evento astronomico dell’anno: sarà la più lunga del secolo. 

    Eclissi totale Luna oggi, venerdì 27 luglio 2018

    Eclissi totale, Luna Rossa oggi 27 luglio 2018 – Foto Lentepubblica

    Eclissi totale Luna Rossa oggi venerdì 27 luglio 2018: sarà la più lunga del secolo | Orario e info diretta streaming | Gli eventi in Italia

    Siete pronti a stare con il naso all’insù stasera, venerdì 27 luglio 2018? Ormai ci siamo quasi, manca pochissimo all’evento astronomico più atteso dell’anno. Si tratta dell’eclissi totale di Luna, la più lunga del 21° secolo. La Luna si tingerà di rosso per farci vivere uno spettacolo memorabile. La Terra si troverà tra il Sole e la Luna e proietterà sul satellite un cono d’ombra. La fase di totalità dell’eclissi ci sarà tra le 21.30 e le 23.13, mentre il massimo è previsto alle 22.22. Lo spettacolo poi si concluderà all’1.30 della notte del 28 luglio. L’eclissi di Luna durerà un’ora e 43 minuti, superando quindi il record del 31 gennaio 2018. Tutto il fenomeno durerà invece tre ore e 55 minuti. Dall’Italia l’eclissi sarà osservabile tra le 20.24 (entrata nel cono d’ombra) e le 00.19 (uscita dal cono d’ombra). La Luna però sarà in penombra già dalle 19.14. Per chi non avrà modo di ammirare il fenomeno dal vivo può farlo anche online, in streaming, tramite il servizio di VirtualTelescope. A differenza delle eclissi solari, non c’è bisogno di particolari attrezzature per osservare quelle lunari. La luce della Luna non è infatti pericolosa come quella del Sole e l’intero fenomeno si può osservare ad occhio nudo oppure anche con un binocolo.

    Eclissi totale di Luna, gli eventi in Italia

    L’eclissi sarà visibile dall’emisfero orientale, quindi Europa, Africa, Asia, Australia e Nuova Zelanda; l’America del Sud osserverà le fasi finali dell’eclissi dopo il tramonto del 27 luglio. Nelle stesse ore sanno ben visibili anche i pianeti Marte (il più brillante perché in opposizione al Sole e piuttosto vicino alla Terra), Giove, Saturno e Venere. E, verso le 21.15 italiane, è previsto un passaggio della stazione spaziale internazionale Iss, che potrebbe essere visto via telescopio anche se viaggia a una velocità di 28mila chilometri orari.

    Nelle varie città italiane si stanno organizzando diversi eventi per poter osservare questo raro fenomeno insieme agli astrofili di tutta Italia. A Roma, a piazza del Colosseo, si terrà La notte della luna rossa e del pianeta rosso curata dal Parco archeologico del Colosseo e The Virtual Telescope Project. Dalle 21 a mezzanotte di venerdì l’appuntamento è all’angolo Via Sacra a ingresso gratuito e con turni di 15 persone alla volta che potranno osservare le varie fasi dell’eclissi dalle 21.30 alle 23.13. In Puglia la Società Astronomica Pugliese allestisce un osservatorio astronomico con telescopi e binocoli sulla spianata di Castel del Monte. A Perugia il gruppo astrofili Paolo Maffei organizza una serata osservativa in compagnia di esperti che, attraverso telescopi, illustreranno il cielo e faranno osservare anche i pianeti visibili nella meravigliosa Villa Colle del Cardinale. Nella pagina successiva trovate la spiegazione scientifica del fenomeno. […]

  • L’eclissi di Luna è un fenomeno ottico durante il quale l’ombra della Terra oscura del tutto la Luna. Si verifica nel momento in cui la Luna è piena, con l’allineamento di Sole, Terra e della stessa Luna (in questo ordine). La Luna sembrerà leggermente più piccola del solito poiché avrà raggiunto l’apogeo (il punto in cui è più lontana dalla Terra) nella mattinata dello stesso 27 luglio. E questo è il motivo per cui l’eclissi durerà più del solito: una luna più lontana impiega più tempo ad uscire dal cono d’ombra. Un effetto “aumentato” dal fatto che la Terra, contemporaneamente, è in una zona particolarmente lontana dal Sole. Oltre che più piccola, la Luna apparirà anche più rossastra del solito (si dice “Luna di sangue”). É normale durante l’eclissi: la Luna non è raggiunta dalla luce diretta del Sole, di conseguenza è illuminata dalla luce rifratta dall’atmosfera terrestre, in prevalenza rossa.

  • ECLISSI DEL SECOLO: previsioni meteo per il fenomeno del 27 luglio

    Cerca qui le previsioni meteo della tua località

    A cura di Valerio Fioretti

    Aggiornato da Marco Reda

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter