NanoPress

Scoperto nuovo “filo di perle” su Giove, ecco di cosa si tratta

  • La sonda Juno della NASA ha catturato nuove spettacolari immagini del gigante gassoso

    La sonda Juno della NASA ha catturato nuove spettacolari immagini del gigante gassoso

    Scoperto nuovo “filo di perle” su Giove, ecco di cosa si tratta. – L’immagine è stata scattata il 24 ottobre 2017 durante il nono sorvolo della sonda intorno a Giove. In quel momento Juno si trovava a 33.115 chilometri di distanza dalle nubi vorticose di Giove e la risoluzione del nuovo scatto è di 22,3 chilometri per pixel. L’Agenzia Spaziale Italiana spiega che si tratta di enormi tempeste di sabbia che si abbattono nella parte sud di Giove determinando questo fenomeno ottico che è stato possibile osservare. A bordo della sonda otto strumenti, tra cui i due esperimenti italiani realizzati con il supporto e il coordinamento dell’Asi. Si tratta della camera a infrarossi con lo spettrometro Jiram  (Jovian InfraRed Auroral Mapper), uno strumento chiave di Juno, realizzata da Leonardo-Finmeccanica sotto la guida scientifica dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), e dell’esperimento di radioscienza KaT (Ka-band Translator/Transponder), realizzato da Thales Alenia Space, sotto la responsabilità scientifica della Sapienza Università di Roma.

  • La sonda Juno, lanciata il 5 agosto 2011 da Cape Canaveral e giunta nell’orbita di Giove il 4 luglio dello scorso anno, ha il compito di studiare l’origine, l’evoluzione e la struttura interna del pianeta, la magnetosfera polare, l’origine del campo magnetico, l’acqua , la caratterizzazione dei venti nella bassa atmosfera e le quantità di ossigeno e azoto presenti.