Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app

Scoperto v774104, l’oggetto più remoto del sistema solare

di

centro meteo italiano
1 di 3
  • Scoperta interessante quella annunciata al meeting della divisione planetaria dell’American Astronomical Society, il più lontano oggetto del sistema solare

    oggetto piu remoto del sistema solare

    oggetto piu remoto del sistema solare, foto Subaru Telescope da Scott Sheppard, Chad Trujillo, and David Tholen

    Scoperto v774104, l’oggetto più remoto del sistema solare – Nel corso dell’incontro della divisione planetaria dell’American Astronomical Society, l’astronomo Scott sheppard ha fatto un annuncio molto importante: è stato scoperto un oggetto, distante 103 unità astronomiche dal Sole contro le 97 di Eris che dovrebbe dunque essere il più remoto del sistema solare mai individuato prima. Si tratterebbe di un nuovo “pianeta nano”, con un diametro compreso tra 500 e 1000 km, scoperto utilizzando il Subaru telescope sulla cima di Mauna Kea, nelle Hawaii; nei prossimi giorni potrebbe essere osservato anche con il Magellan Telescope in Cile e l’osservazione si ripeterà poi tra un anno, per calcolarne con esattezza l’orbita.

  • L’oggetto è stato chiamato v774104 e potrebbe provenire dalla fascia di Kuiper, situata tra 30 e 50 au e alla quale appartengono Erzis e Plutone; ma per avere ulteriori informazioni bisognerà attendere il calcolo dell’orbita: se dovesse non avvicinarsi più di tanto e trascorre la maggior parte del tempo ancora più lontano dal Sole, diventerebbe il terzo rappresentante della famiglia composta da Sedna e 2012 VP113, pianeti nani che non si avvicinano mai a meno di 50 UA dal sole.

  • La scoperta è il risultato di una serie di perlustrazioni utilizzando telescopi con grandi specchi e grandi campi di vista, entrambi essenziali per trovare deboli oggetti del sistema solare esterno. A differenza di molte ricerche per oggetti lontani, che scrutano sul piano dell’eclittica, il telescopio Subaru ha scandagliato, in questo caso, aree del cielo situate in media a 15° rispetto all’eclittica, il meglio per trovare altri oggetti remoti.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

SEGUICI SU: