Domenica 21 Luglio
Scarica la nostra app

Stelle cadenti, nel weekend il picco delle Leonidi: quando, dove e come osservarle

Stelle cadenti, nel weekend ci sarà il picco delle Leonidi: quando, dove e come osservarle. Fonte foto: nationalgeographic.it
  • Tra sabato e domenica lo sciame meteorico delle Leonidi cadrà sulla Terra: cosa sapere per osservare al meglio l’evento

    Stelle cadenti, nel weekend ci sarà il picco delle Leonidi: quando, dove e come osservarle. Fonte foto: nationalgeographic.it

    Stelle cadenti, lo sciame meteorico delle Leonidi raggiungerà il picco tra sabato e domenica

    Il prossimo weekend sarà speciale per gli appassionati di astronomia, ma non solo per loro. Il cielo, nel fine settimana, si prepara a regalarci uno spettacolo da non perdere e che ci farà stare con la testa all’insù. Nel prossimo weekend, infatti, lo sciame meteorico annuale delle Leonidi arriverà sulla Terra, con il picco che si raggiungerà nella notte tra sabato 17 e domenica 18 novembre 2018. Spesso, questo sciame di meteore ha determinato le tempeste meteoritiche più intense nella storia, con i corpi celesti che possono arrivare sulla terrà ad una velocità di 50.000 km all’ora.

    Stelle cadenti, da cosa nasce lo sciame meteorico delle Leonidi?

    Lo sciame meteorico delle Leonidi rappresenta un appuntamento fisso per tutti gli astronomi, in quanto si verifica ogni anno nel corso del mese di novembre nel momento in cui l’orbita della Terra si trova ad attraversare quella della cometa Tempel-Tuttle. La cometa completa il suo giro intorno al sole ogni 33,3 anni e lascia dietro di sé tutta una serie di detriti: quando la Terra si trova ad incrociare il suo percorso con questi detriti di polvere, i frammenti che si staccano dalla cometa finiscono per cadere sulla Terra: nel momento in cui questi frammenti cadono sulla superficie del nostro pianeta, entrano in contatto con l’atmosfera terrestre e l’attrito che si genera fa sì che questi frammenti finiscano per incendiarsi, dando vita a delle vere e proprie sfere di fuoco che vengono comunemente chiamate meteore. Queste ultime, di solito, hanno dimensioni ridotte e, dunque, l’attrito che ne deriva in seguito all’impatto con l’atmosfera terrestre, porta queste meteore a bruciarsi interamente prima di cadere sul nostro pianeta.  Esistono delle meteore che riescono a raggiungere il suolo terrestre e, in tal caso, si chiamano ‘meteoriti’. Va sottolineato, però, come lo sciame meteorico delle Leonidi non dia origine ad alcun meteorite.

  • Stelle cadenti, quando osservare lo sciame meteorico delle Leonidi

    Tutti coloro che non hanno intenzione di non perdersi il picco dello sciame meteorico delle Leonidi dovranno fare particolare attenzione alla notte tra il 17 e il 18 novembre, momento nel quale lo sciame meteorico delle Leonidi raggiungerà il massimo dell’intensità: in particolare, il picco è previsto tra la mezzanotte  e l’alba. Chiaramente il fenomeno potrà essere osservato anche nei giorni immediatamente precedenti o successivi al picco, ma di certo la Luna rappresenterà un ostacolo alla corretta osservazione dell’evento. Inoltre, l’American Meteor Society ci fa sapere che quest’anno sarà possibile osservare circa 15 meteore all’ora.

    Stelle cadenti, dove osservare le Leonidi

    Le Leonidi devono il loro nome alla costellazione del Leone, nella quale pare che le meteore trovino la loro origine. In realtà, però, chi ha intenzione di osservare dal vivo l’evento, guardando direttamente davanti alla costellazione, potrebbe rischiare di perdere quelle meteore che hanno le code più lunghe. Dunque, il consiglio è quello di rivolgere il proprio sguardo in tutte le direzioni per avere la possibilità di godersi lo spettacolo nel modo più completo possibile. Ricordiamo, inoltre, che lo sciame meteorico che avrà il suo picco nella notte tra il 17 e il 18 novembre, sarà più facile da osservare per tutti coloro che si trovano nell’emisfero settentrionale. In realtà, però, anche chi si trova nell’emisfero meridionale avrà la possibilità di osservare il fenomeno.

  • Stelle cadenti, come osservare lo sciame meteorico

    Tutti coloro che nella notte tra il 17 e il 18 novembre avranno intenzione di godersi lo spettacolo dello sciame meteorico offerto dalle Leonidi, non dovranno munirsi di alcuna attrezzatura particolare. Le meteore, infatti, potranno essere osservate anche ad occhio nudo. Se, però, avete intenzione di scrutare nella maniera più chiara possibile le Leonidi, uscite all’aperto e mettetevi alla ricerca di un cielo buio, disturbato il meno possibile dalle luci della città. A quel punto, potrete godervi lo spettacolo.

    Le previsioni meteo per la tua località

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: