Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 18 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

Arriva il nuovo decreto, addio alla plastica usa e getta: ecco quali prodotti saranno banditi e da quando

Parecchi prodotti di plastica usa e getta saranno indisponibili a partire dal 14 gennaio 2022: ecco cosa succede

Arriva il nuovo decreto, addio alla plastica usa e getta: ecco quali prodotti saranno banditi e da quando
Foto PixaBay.com

Tra pochi giorni partirà il divieto di produrre diversi prodotti di plastica usa e getta: ecco quali sono

É ormai alle porte il giorno a partire dal quale saranno banditi parecchi prodotti di plastica usa e getta: dopo continui rinvii e slittamenti, infatti, con il decreto legislativo 196/21 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale) è stato stabilito che dal 14 gennaio 2022 non saranno più realizzati (e di conseguenza acquistabili) piatti, cucchiai e altri oggetti cosiddetti “disposable”. Il decreto in questione si applica ai prodotti in plastica monouso, in plastica oxo-degradabile e agli attrezzi da pesca contenenti questo materiale. Vediamo di quali oggetti di tratta nello specifico e da dove partirà la rivoluzione green. BLACKOUT IMPROVVISO E MILIONI DI PERSONE AL GELO: ECCO DOVE

Gli oggetti usa e getta vietati dal 14 gennaio 2022

I prodotti di plastica usa e getta che non saranno più in vendita in tutta Europa, dal 14 gennaio, sono i seguenti: posate (forchette, coltelli, cucchiai, bacchette), bastoncini cotonati, piatti, cannucce (tranne quando rientrano nell’ambito di applicazione della direttiva 90/385/CEE o della direttiva 93/42/CEE), agitatori per bevande, aste da attaccare a sostegno dei palloncini (tranne i palloncini per uso industriale o altri usi e applicazioni professionali che non sono distribuiti ai consumatori, e relativi meccanismi)

Al bando anche contenitori per alimenti in polistirene espanso, ovvero recipienti quali scatole con o senza coperchio, usati per alimenti che soddisfano i seguenti criteri: a) sono destinati al consumo immediato, sul posto o da asporto; b) sono generalmente consumati direttamente dal recipiente; c) sono pronti per il consumo senza ulteriore preparazione (per esempio cottura, bollitura o riscaldamento, compresi i contenitori per alimenti tipo fast food o per altri pasti pronti per il consumo immediato, a eccezione di contenitori per bevande, piatti, pacchetti e involucri contenenti alimenti), contenitori per bevande in polistirene espanso e relativi tappi e coperchi e tazze o bicchieri per bevande in polistirene espanso e relativi tappi e coperchi. PUBBLICATO IL PRIMO TWEET CON IL PENSIERO: ECCO COME

Le eccezioni

Sono esclusi da questo divieto i tanto “amati” bicchieri di plastica, i quali continueranno ad essere in vendita nei vari negozi europei. Fuori dal provvedimento anche i palloncini. Il divieto di vendita non si applicherà ai prodotti biodegradabili e compostabili (Uni En 13432 o Uni En 14995) con percentuali di materia prima rinnovabile uguali o superiori al 40% e, dal 1° gennaio 2024, superiori almeno al 60%.

CONTINUA A LEGGERE

Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale YouTube, al quale vi invitiamo ad iscrivervi.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia