Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 27 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Forte boato e tanta paura tra i residenti a Imola a causa del crollo di un grosso cornicione. Ecco cos’è successo, le testimonianze

Crolla un grosso pezzo di cornicione, tanta paura nei pressi della stazione dei treni. "Abbiamo sentito un boato fortissimo", raccontano i residenti

Forte boato e tanta paura tra i residenti a Imola a causa del crollo di un grosso cornicione. Ecco cos’è successo, le testimonianze
Forte boato a causa del crollo del cornicione, tanta paura tra i residenti a Imola. Ecco cos'è successo - Foto Wikimedia
1 di 3
  • Tanta paura a Imola, ecco cosa è accaduto

    Attimi di paura, nelle scorse ore, a Imola: un grosso pezzo di cornicione, infatti, si è staccato ed è piombato al suolo, fracassandosi sulle scale davanti all’ingresso di una palazzina. Un boato fortissimo, udito dai residenti, che hanno immediatamente capito cosa fosse successo e lanciato l’allarme. È quanto accaduto  nella serata di domenica a pochi passi dalla stazione dei treni. Leggi anche Terribile incidente al nord Italia: treno travolge e uccide un uomo nella galleria di Diano San Pietro, nell’imperiese. I dettagli

    Il racconto dei residenti

    “Ogni sera la nostra vicina si siede lì a fumare la sigaretta. Erano da poco passate le 23 e, all’improvviso, nella calma della sera, abbiamo sentito un boato fortissimo. Quando ci siamo affacciati alla finestra abbiamo capito tutto e abbiamo avvertito i vigili del fuoco”, raccontano i residenti. Un dramma solo sfiorato, visto che l’altra sera, come riporta Ilrestodelcarlino.it, in via XXIV Maggio non c’era nessuno. Leggi anche Schianto tra autobus e auto: ci sono feriti. Ecco dove e cosa è successo

    Bloccata la porta principale di una delle abitazioni

    L’incidente si è verificato a due passi dalla stazione dei treni, in una casa del comune che ospita sei famiglie: un pezzo di cornicione, lungo oltre un metro, di uno stabile gestito da Area Blu e assegnato tramite la Caritas ai nuclei che ne hanno più bisogno è piombato al suolo. Fortunatamente sotto non c’era nessuno, ma ora una delle famiglie che vivono nello stabile non può uscire dalla porta principale. Leggi anche Numerosi i malori registrati nella regione italiana: troppo caldo e in fila per ore sotto il sole. Cosa è successo

    CONTINUA A LEGGERE

  • Le dichiarazioni dell’assessore

    “Abbiamo temuto potesse essere successo qualcosa alla nostra vicina di casa, ma fortunatamente nessuno si è fatto male”. Sul posto i vigili del fuoco, accorsi con quattro camionette, e la polizia locale. Il Comune, come spiega l’assessore al Centro storico Pierangelo Raffini, la notte stessa del crollo si è attivato per fare subito tutte le verifiche del caso: non risultano danni strutturali e il cornicione è stato messo in sicurezza.

  • Partito l’iter per il ripristino

    Il crollo ha acceso i riflettori sullo stabile, un edificio costruito tra la fine dell’800 e l’inizio del 900 e per questo vincolato dalle Belle Arti: è già partito l’iter per il ripristino. Il Comune lavorerà con la Soprintendenza per avviare i lavori e terminarli nel più breve tempo possibile.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia