Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 19 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

Forte boato avvertito dalla popolazione nel Cosentino: possibile boom sonico?

Nelle scorse ore è stato avvertito un forte boato da buona parte della popolazione dell'Alto Tirreno Cosentino. Ecco cosa è successo

Forte boato avvertito dalla popolazione nel Cosentino: possibile boom sonico?
Forte boato avvertito dalla popolazione nel Cosentino: possibile boom sonico? Fonte foto: pixabay.com
1 di 3
  • Previsioni meteo Cosenza, 25 novembre 2020:

    Una circolazione depressionaria persistente sul Mediterraneo meridionale continua a portare qualche disturbo sull’estremo sud dell’Italia: tali disturbi si traducono in maltempo localizzato in Sicilia, mentre nubi irregolari caratterizzano il versante jonico del Paese. Non sono attese grosse variazioni da questo punto di vista nella giornata di domani mercoledì 25 novembre sulla città di Cosenza, dove continuano ad attendersi cieli poco o parzialmente nuvolosi in un contesto di tempo asciutto. Le temperature oscilleranno tra i +8°C di minima e i +16°C di massima, con ventilazione debole o a tratti moderata proveniente dai quadranti settentrionali. PIOGGE E ACQUAZZONI CON LOCALI NUBIFRAGI IN ARRIVO NELLE PROSSIME ORE: ECCO DOVE 

    Forte boato avvertito dalla popolazione nel Cosentino: possibile boom sonico?

    Nelle scorse ore – come riportato da “TeleDiamante.it” – è stato avvertito un forte boato da buona parte della popolazione dell’Alto Tirreno Cosentino. Si sono vissuti dei momenti di apprensione e numerosissime sono state le segnalazioni giunte direttamente dai cittadini. Come accaduto alcuni mesi fa in Campaniaanche in questo caso il forte boato potrebbe essere stato provocato da un areo che avrebbe sfondato il muro del suono. Tecnicamente questo fenomeno viene definito “boom sonico”, generato dalle onde d’urto di un oggetto che si muove con una velocità addirittura superiore rispetto a quella del suono.

    Forte boato avvertito dalla popolazione nel Cosentino: all’inizio si temeva che potesse trattarsi di una scossa

    Dunque, nelle scorse ore buona parte della popolazione dell’Alto Tirreno Cosentino ha avvertito un forte boato. Secondo quanto riportato da “TeleDiamante.it”, molte sono state le segnalazioni della popolazione nelle quali si ipotizzava una scossa di terremoto, ma i sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno escluso questa ipotesi in quanto nella fascia oraria interessata non si è verificato alcun sisma. Dunque, con il passare delle ore si è fatta largo la tesi di un possibile boom sonico, come accaduto nei mesi scorsi anche in Emilia-Romagna. Nella pagina successiva potrete leggere nel dettaglio in cosa consiste il fenomeno del “Boom sonico”.

  • Che cos’è il boom sonico?

    Quando la popolazione avverte boati tipici del cosiddetto boom sonico, la mente vola subito ad una possibile scossa di terremoto, in realtà però la causa è un’altra e la domanda sorge spontanea: cos’è il boom sonico e per quale motivo genera un boato così potente? Come si legge su “Wired.it“, ogni oggetto che produce rumore genera delle onde sonore che si diffondono nell’area in modo uniforme e concentrico rispetto alla sorgente. Dunque, quando l’oggetto che produce questo rumore è in movimento – come accade ad esempio nel caso degli aerei – allora le onde sonore che si determinano sono decisamente più ravvicinate nella direzione verso la quale l’oggetto si sta muovendo e più diradate nella direzione opposta. Quando si tocca la velocità del suono, queste onde si sommano l’una all’altra e a quel punto l’aereo finisce per sfondare il muro del suono, generando un boato molto forte, nettamente avvertibile.

  • In caso di “boom sonico” il rumore dell’aereo si avverte dopo il suo passaggio

    Generalmente prima del passaggio di un aereo siamo soliti udirne il rumore. Secondo quanto riportato da “Wired.it“, però, se questo ha raggiunto velocità supersoniche, allora si verificherà l’evento contrario: l’aereo transiterà davanti a noi in modo silenzioso e ne avvertiremo il rumore solo quando saremo alle sue spalle. Dunque, il boato che nelle scorse ore è stato udito in Campania potrebbe essere stato dovuto proprio ad un boom sonico.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: