Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 15 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Il piano del governo per fronteggiare la quarta ondata: green pass, terza dose e zone rosse

Il governo verso la proroga dello stato d'emergenza e la tenuta delle zone colorate.

Il piano del governo per fronteggiare la quarta ondata: green pass, terza dose e zone rosse
Il piano del governo per fronteggiare la quarta ondata. Fonte foto: pixabay.com
1 di 2
  • Il piano del governo sul green pass e lo stato d’emergenza

    Si parla di quarta ondata Covid-19 e nonostante l’Italia sia uno dei Paesi con la situazione di criticità più bassa per quanto concerne i contagi, i ricoveri e le terapie intensive, il governo Draghi pensa a come fronteggiarla, tuttavia senza mettere in atto le consuete restrizioni che potrebbero portare a chiusure e a problemi economici per le attività. Il piano dell’esecutivo consisterebbe nell’estensione della validità del Green pass per un anno, quindi, fino all’estate.

    Grazie alla buona politica vaccinale, la situazione negli ospedali non è critica, anche se, alcune zone d’Italia stanno provvedendo a rendere più posti disponibili, anche in terapia intensiva, pur restando sotto la soglia critica e in via precauzionale. Non è ancora certo, ma solamente probabile che lo stato d’emergenza che termina a fine anno, possa essere prorogato dal governo Draghi fino al 31 marzo 2022, conseguenzialmente, anche la struttura di risposta dal Cts al commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. Il relativo provvedimento dovrebbe essere preso prima delle festività natalizie.

    Indossare la mascherina al chiuso sembra essere uno dei punti fermi del governo, lo ha sottolineato anche il ministro della Salute Roberto Speranza che vorrebbe ci sia un maggiore rispetto, anche del distanziamento sociale. Tuttavia, utilizzando la mascherina, la regola sul distanziamento non sussiste nei luoghi chiusi come cinema, teatro e sale concerto.

    La terza dose

    Saranno riaperti gli hub vaccinali per consentire la somministrazione della terza dose, tra l’altro, ricevuta già da quasi 2 milioni di persone, come riportato dal Corriere della Sera. Il Molise primeggia in questa speciale classifica, dove risulta vaccinato con la terza dose il 72,2% della platea. Oltre il 50% anche Piemonte e Umbria, sopra la media italiana (31,8%) ci sono Toscana e Campania, in media nazionale l’Emilia Romagna.

    Chiudono la classifica di somministrazione della terza dose in percentuale: Calabria, Valle d’Aosta e Basilicata (appena sopra il 12%). CONTINUA A LEGGERE

  • Persistono le zone colorate

    Il governo insisterà sulle zone a colori. Si tratta di un sistema che permette alle attività di restare aperte. Le zone rosse sono per adesso un lontano ricordo, verranno istituite solo nel caso di pericolosi focolai. L’Italia è tutta bianca, anche se con l’aumento dei contagi degli ultimi giorni e l’arrivo dell’inverno, alcune Regioni potrebbe diventare zona gialla. Come riporta TGCom24, si fa riferimento al Friuli-Venezia Giulia, alle Marche, alla Calabria e alla provincia autonoma di Bolzano in particolare che potrebbero passare in fascia gialla.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia