Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 24 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

In arrivo un bonus da 1000 euro per alcune categorie di lavoratori: dal 21 gennaio si sono aperti i termini

Bonus 1000 euro, in arrivo nuove agevolazioni e sussidi per gli imprenditori in difficoltà dopo le chiusure e le restrizioni anti-Covid

In arrivo un bonus da 1000 euro per alcune categorie di lavoratori: dal 21 gennaio si sono aperti i termini
Bonus 1000 euro, in arrivo agevolazioni per gli imprenditori (foto: Pixabay)
1 di 2
  • Il nuovo bonus per rivenditori di giornali e periodici

    Il Governo ha emanato un nuovo bonus per la categoria lavorativa di rivenditori di giornali e periodici, che può raggiungere fino i 1000 euro. Questo incentivo è merito di un apposito finanziamento che ammonta a ben 7,2 milioni di euro. Tale quantità di soldi entrano nel Fondo per il pluralismo e l’innovazione informativa e da qui viene trasmesso come forma di sussidio ai giornalai, per aiutarli in un periodo economico così difficile dovuto alla pandemia di Covid-19. Le richieste possono essere inviate a partire dal 21 Gennaio. Leggi anche Pensioni, in arrivo riduzioni importanti agli assegni: i nuovi coefficienti. 

    I requisiti per ottenere il bonus

    Rispetto agli scorsi bonus di questa tipologia, vengono aggiunte apposite linee guida allo scorso decreto legislativo n. 34/2020, nello specifico riguardante i requisiti che i potenziali beneficiari devono avere. Essi non dovranno essere titolari di pensione o titolari di un reddito da lavoro dipendente, pena l’esclusione dalla lista dei beneficiari del bonus. Altra novità molto interessante è sicuramente l’importo massimo che questo bonus per rivenditori di giornali e periodici può raggiungere, che passa dai 500 euro precedenti ai 1000 euro attuali.

    Quale codice ATECO può presentare la domanda

    Ovviamente, bisogna avere uno specifico codice ATECO per poter fare richiesta del bonus fino a 1000 euro. Nello specifico, le attività ed imprese che rientrano nel codice ATECO 47.62.10 potranno presentare l’istanza, a partire dal 21 Gennaio ed esclusivamente per via telematica. Quindi non è prevista la compilazione di un modulo cartaceo. Ciò significa comunque che dovranno rispettare tutti i requisiti accennati in precedenza, ovvero il non essere titolare di pensione o di un contratto da lavoro dipendente.

  • Come e quando presentare la domanda

    L’invio della domanda di richiesta del bonus per rivenditori di giornali e periodici è attiva dalle ore 10.00 del 21 Gennaio, esclusivamente per via telematica. Ciò permette di velocizzare il tutto e rendere la pratica più semplificata. Il termine ultimo, invece, cade il prossimo 28 Febbraio. Nella domanda bisognerà indicare i propri dati personali, informazioni sull’attività, il codice ATECO ed anche l’iban del conto corrente dove voler ricevere il bonus, se si è assegnatari. Non si sa ancora con precisione quanto tempo bisogna attendere dall’invio della domanda e in base a quali calcoli specifici verrà prodotto l’importo preciso del bonus.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: