NanoPress

Pensioni 2019, novità su ‘Quota 100’: riguarderà 400-500 mila persone | Ecco i dettagli

Pubblicato da Nunzio Corrasco

Seguici su Seguici su Google News, clikka e seleziona la stella nella fonte! Segnala
  • Pensioni 2019, il vice-premier Matteo Salvini ha parlato della cosiddetta ‘Quota 100’, dando ulteriori indicazioni in merito

    Pensioni 2019, novità su ‘Quota 100’. Fonte foto: trendonline.com

    Pensioni 2019, novità su ‘Quota 100’: riforma previdenziale irrinunciabile per M5S e Lega

    Quando Movimento 5 Stelle e Lega hanno firmato il ‘Contratto di governo’, in seguito al quale è nato l’esecutivo gialloverde, avevano in mente di mettere in atto alcune misure ritenute assolutamente irrinunciabili. Tra queste, ci sono sicuramente il reddito di cittadinanza, la Pace Fiscale e il superamento della Legge Fornero, con la riforma delle pensioni.
    In queste settimane si sono rincorse moltissime indiscrezioni, spesso contrastanti tra loro, in merito al contenuto della riforma previdenziale voluta da Movimento 5 Stelle e Lega. Nella giornata di ieri, però, il vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Otto e mezzo’, in onda su La 7 e condotta da Lilli Gruber, provando a chiarire alcuni dettagli della riforma.

    Pensioni 2019, novità su ‘Quota 100’: Salvini ospite a ‘Otto e mezzo’ parla della riforma previdenziale

    Intervistato da Lilli Gruber nel corso di ‘Otto e mezzo’, Matteo Salvini ha chiarito il numero di persone che potranno andare in pensione anticipata, sfruttando la cosiddetta ‘Quota 100’: “Saranno tra i 400 e i 500 mila lavoratori e potranno farlo già a partire dal 2019, nello specifico dal mese di febbraio. Da quel momento, infatti, potranno decidere se andare in pensione anticipata o se restare sul posto di lavoro. Dunque, li libereremo dalle catene della Legge Fornero e tutto ciò avrà delle conseguenze indubbiamente positive su tutti gli altri perché ci saranno dei posti di lavoro che si libereranno“.

  • Pensioni 2019, novità su ‘Quota 100’: Salvini parla dell’obiettivo ‘Quota 41’ e del tema ‘penalizzazioni’

    Nel corso dell’intervista concessa alla Gruber, Salvini ha ribadito ancora una volta che ‘Quota 100’ varrà per tutti coloro che hanno compiuto 62 anni ed hanno già versato 38 anni di contributi. Inoltre, il leader della Lega ha parlato anche dei traguardi futuri: “Il mio obiettivo continua ad essere quello di arrivare a ‘Quota 41‘”. Il vicepremier e Ministro degli Interni, inoltre, ha voluto chiarire ancora una volta come nella riforma delle pensioni 2019 non sia prevista alcuna penalizzazione. L’unico vincolo che sarà introdotto, sarà quello relativo al divieto di accumulare reddito che deriva dalla pensione con quello del lavoro. Infine, Salvini ha ammesso come il governo stia valutando di spostare alcune finestre per quanto riguarda il settore pubblico: da metà febbraio, a marzo o aprile. Tutto ciò sarebbe finalizzato ad evitare che possano esserci degli esodi di massa che finirebbero per penalizzare alcuni settori.

  • METEO 12-16 novembre: anticiclone e clima mite in arrivo

    Le previsioni meteo per la tua località

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter