Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 29 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

Pensioni, se non si presenterà questo documento si rischierà di perdere l’assegno

L'Inps ha comunicato le nuove scadenze per il completamento dell'iter per l'accertamento dell'esistenza in vita: ecco chi dovrà farlo

Pensioni, se non si presenterà questo documento si rischierà di perdere l’assegno
Inps, ultime notizie su pensioni 2021
1 di 2
  • Pensioni, ecco a cosa servirà l’accertamento dell’esistenza in vita e chi dovrà presentare il modulo

    L’accertamento di esistenza in vita è l’iter che l’Inps ha reso obbligatorio per continuare ad erogare la pensione ad una determinata categoria di soggetti: i residenti all’estero. A causa dei vari impedimenti legati all’emergenza Covid che hanno rallentato il funzionamento della burocrazia, il governo deciso di prorogare i termini per l’accertamento dell’esistenza in vita per questa categoria di pensionati che altrimenti avrebbero rischiato di non vedersi più accreditato il beneficio. Leggi anche Pensioni, in arrivo riduzioni importanti agli assegni: ecco i nuovi coefficienti.

    Le nuove comunicazioni dell’Inps

    L’Inps, con la nota numero 225 del 20 gennaio, ha comunicato le nuove date e le nuove scadenza per completare l’intero iter di accertamenti di esistenza in vita. Ma come avviene questo procedimento? In primis bisogna sapere che i residenti all’estero, senza questo documento previsto dall’Inps, si vedranno revocata la pensione. Per effettuare la procedura di accertamento si dovrà ricorrere alla Citibank NA. Si tratta dell’istituto di credito che esegue i pagamenti all’estero per l’ente previdenziale italiano.

    Le nuove scadenze

    Stante i gravi impedimenti e i ritardi legati alla pandemia, l’Inps ha dovuto ricalendarizzare i termini per il completamento del procedimento a beneficio di quanti non hanno ancora provveduto. Per i residenti in determinati paesi esteri il termine previsto è stato prorogato di novanta giorni. Già nel mese si ottobre dello scorso anno l’Inps aveva provveduto ad inviare i moduli per la richiesta per gli anni 2020/21 a tutti i pensionati Inps con residenza nelle Americhe, nei Paesi Scandinavi, negli Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi, Asia, Medio ed Estremo Oriente. L’originaria scadenza prevedeva il termine ultimo per il 5 febbraio 2021. Adesso il governo ha comunicato che tale termine è stato procrastinato di 90 giorni. Il prolungamento dei termini riguarda anche i residenti in Europa, Africa e Oceania, che non hanno potuto portare a termine il procedimento iniziato nel mese di ottobre 2019. CONTINUA A LEGGERE…

  • I rischi del mancato adempimento

    Qualora il procedimento non venisse completato entro il 7 maggio 2021, il pagamento della rata avverrà in contanti presso le Agenzie Western Union. Se entro il termine del 19 giugno 2021 il pensionato non avrà adempiuto agli obblighi previsti dalla legge, l’erogazione della prestazione verrà sospesa. Per quanto concerne i residenti in Europa, Africa e Oceania, i termini sono prorogati di 4 mesi. Citibank invierà i relativi moduli di richiesta nella prima settimana di maggio 2021 e il termine ultimo per il completamento dell’iter sarà il 7 settembre 2021. Scaduto infruttuosamente questo termine la prestazione sarà erogata solo in contanti presso le Agenzie Western Union. La mancata produzione del certificato di esistenza in vita entro il termine del 19 ottobre 2021 produrrà la sospensione della prestazione.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...

SEGUICI SU: