Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Serie di intossicazioni, un morto e persone in ospedale: ecco cosa è accaduto al nord Italia

Un morto e persone in ospedale al nord Italia dopo una serie di intossicazioni

Serie di intossicazioni, un morto e persone in ospedale: ecco cosa è accaduto al nord Italia
Serie di intossicazioni, un morto e persone in ospedale al nord Italia
1 di 2
  • Serie di intossicazioni, un morto e persone in ospedale al nord Italia

    Con la stagione autunnale si accendono stufe e camini, oltre che i riscaldamenti per tenere calde le case e spesso nascono anche alcuni problemi legati a malfunzionamenti o intossicazioni nei casi più seri. Proprio riguardo i casi più gravi, un’anziana è morta in queste ore per una intossicazione da monossido di carbonio. La vittima e’ una donna di 80 anni. E’ accaduto a Nizza Monferrato, in provincia di Asti. Un uomo di circa 60 anni è stato trasportato invece in ospedale in codice rosso. Leggi anche: Tragedia nelle ultime ore: crolla una grotta e muoiono nove vigili del fuoco, ecco cosa è successo 

    Un’intera famiglia intossicata

    Una famiglia intera è rimasta intossicata dal monossido di carbonio a Genova, in via Sampierdarena, come riporta ilgiorno.it. Il padre e la madre di una bambina sono finiti in ospedale in codice giallo, insieme alle figlia. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco. La famiglia avrebbe accesso un fuoco nell’appartamento e lo avrebbe poi spento male. A chiamare i soccorsi è stato il padre dopo i primi segnali di malore. Leggi anche: Tragedia nel sud Italia, donna colpita da infarto muore in attesa dell’ambulanza. Ecco cos’è successo

    Quattro ragazzi finiti in ospedale

    Non si tratta degli unici casi in Italia. Il 18 ottobre scorso due ragazze e due ragazzi romani sono finiti in ospedale per un’intossicazione da monossido di carbonio a Villa Celiera, in provincia di Pescara I quattro ragazzi si trovavano in vacanza per il weekend in una casa di montagna. Il malfunzionamento di una caldaia sarebbe la causa dell’intossicazione. Due di questi ragazzi si tovano in condizioni serie. Il piu’ grave e’ un 22enne che è in coma all’ospedale di Chieti, poi trasferito all’Umberto Primo di Roma. Leggi anche Fortissimo boato avvertito dalla popolazione e poi il crollo: paura e macchine sotto le macerie. Ecco dove e cosa è successo

    CONTINUA A LEGGERE

  • L’importanza delle manutenzioni

    Tra i sintomi più diffusi di intossicazioni da monossido di carbonio ci sono mal di testa, vertigini, debolezza, nausea, vomito, dolori al petto. I consigli di vigili del fuoco sono quelli di effettuare una corretta manutenzione degli impianti utilizzati, ma anche una costante areazione degli ambienti.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia