Morte tifoso Inter, la richiesta del Questore: chiusura curva e stop trasferte

Pubblicato da Danilo De Luca

Segnala
  • Dopo la mote di Daniele Belardinelli, sono stati fermati due ultras, si cerca un terzo responsabile. Cadorna: “blocco trasferte per e chiusura curva“. Le squalifiche a Koulibaly e Insigne

    Morte Belardinelli

    Morte Belardinelli, cosa rischia ora l’Inter. Immagine: Il Messaggero

    Morte Belardinelli, cosa rischia ora l’Inter

    Mercoledì 26 dicembre 2018, prima del big match della 18^ giornata Inter – Napoli, scontri tra tifoserie organizzate delle due società nei pressi di Via Novara hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli, 35enne capo della frangia di Varese Blood and Honour. Ora si valutano le conseguenze, quelle penali per gli autori dell’incidente che ha causato il decesso dell’uomo e quelle della giustizia sportiva per l’Inter.

    Le dichiarazioni del questore di Milano Cadorna

    Chiederò al comitato per l’ordine pubblico il blocco delle trasferte dei tifosi dell’Inter per tutta la stagione, e la chiusura della curva dell’Inter a San Siro fino al 31 marzo 2019. Queste le dichiarazioni del questore di Milano Marcello Cadorna, che ha definito gli scontri tra tifoserie di mercoledì scorso come “incidenti gravissimi“.

    I fatti

    Intorno alle 19:00 di mercoledì 26 dicembre 2018, prima della partita di calcio Inter -Napoli, in programma alle 20:30 a San Siro, gruppi organizzati di tifoserie dei due schieramenti sono venuti a contatto dopo che un drappello di ultras nerazzurri si erano avventati contro i pullman che trasportava i sostenitori partenopei. I tifosi azzurri, riferisce il questore, sono stati “aggrediti da un centinaio di ultras, tra cui tifosi dell’Inter ma anche del Varese e del Nizza arrivati di proposito a Milano“.

  • Belardinelli era noto alle forze dell’ordine

    Tra i rappresentanti del tifo varesotto c’era anche Daniele Belardinelli, che del commando Blood and Honour era il leader. Nato a Varese 35 anni fa, l’ultrà era già stato segnalato alle forze dell’ordine e aveva già subito un daspo di almeno 5 anni in seguito a un episodio di vera e propria guerriglia urbana durante un’amichevole tra Como e Inter, in cui le due tifoserie erano arrivate allo scontro.

    I colpevoli

    Le immagini in possesso della polizia mostrano un SUV investire Belardinelli sulla corsia di sorpasso. Al momento, sono stati posti in stato di arresto due tifosi dell’Inter, mentre un terzo uomo, non ancora fermato, è stato riconosciuto e identificato.

    Fonte: Sky Sport

  • Le squalifiche di Koulibaly e Insigne

    Pugno morbido da parte del giudice sportivo nei confronti di Kalidou Koulibaly e di Lorenzo Insigne, entrambi espulsi nel corso del finale dell’incontro tra Inter e Napoli: entrambi salteranno le prossime due giornate, contro Bologna e Lazio, entrambe al San Paolo. Il senegalese, dopo un giallo, ha applaudito platealmente l’arbitro, rimediando il secondo cartellino. L’esterno napoletano è stato punito con un rosso diretto per aver cercato di colpire con un calcio intenzionale l’attaccante dell’Inter Keita. Sia il difensore che la punta erano sotto diffida e torneranno a disposizione di Ancelotti il 26 gennaio 2019, per la sfida, ancora a San Siro, contro il Milan.

    Fonte: fanpage.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Danilo De Luca

Web editor dal 2013, scrittore per passione dacché mi ricordi. Innamorato delle parole e del loro potere intrinseco, mi piace sperimentare, giocare con i significati e con le molteplici forme del linguaggio verbale. Coltivo con distrazione ed enfasi intermittente interessi vari e incostanti, che spaziano dallo sport all’attualità, dalla politica alla letteratura. Divoro film e serie tv quando ne ho voglia, per puro diletto, amore per la scoperta, desiderio di confronto o noia. La tecnologia, in tutte le sue evoluzioni, applicazioni e conseguenze sociali, non cessa mai di affascinarmi e sorprendermi.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter