Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

Forte scossa di terremoto di magnitudo 5.3: la terra trema per centinaia di chilometri al largo delle coste del Perù del nord. I dati ufficiali EMSC

Nella giornata di oggi, lunedì 20 luglio 2020, l'European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 5.3 al largo delle coste del Perù

Forte scossa in Indonesia
1 di 3
  • Forte scossa di terremoto M 5.3 al largo del Perù del nord

    Nella giornata di oggi, lunedì 20 luglio 2020, la terra ha tremato con grande intensità al largo del Perù: in tal senso, infatti, esattamente alle 20:50 (ora locale), l’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) ha registrato una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.3 al largo del Perù del nord, con ipocentro localizzato a 40 chilometri di profondità. L’evento sismico in questo caso è stato localizzato dall’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) a 98 chilometri a sud-ovest di Santiago de Cao (Perù, 22.000 abitanti), a 114 chilometri ad ovest di Trujillo (Perù, 748.000 abitanti) e a 525 chilometri a nord-ovest di Lima (Perù, 7.738.000 abitanti).

    Terremoto, scossa avvertita in provincia di Napoli

    Passiamo ad analizzare la situazione sismica relativa all’Italia per quanto concerne la giornata di oggi, lunedì 20 luglio 2020. In tal senso, alle ore 07:57, si è verificato un sisma di magnitudo 2.2 in Campania, esattamente a Massa di Somma, in provincia di Napoli, con ipocentro a 0 chilometri di profondità. Per quanto riguarda i Comuni che si trovano entro 20 chilometri dall’epicentro, l’evento sismico è stato localizzato a 5 chilometri da Ottaviano, a 5 chilometri da Massa di Somma e a 5 chilometri da San Sebastiano al Vesuvio e a 5 chilometri da Somma Vesuviana. In questo caso, inoltre, il terremoto è stato localizzato a 6 chilometri ad est di Portici, a 7 chilometri a nord-est di Torre del Greco, a 7 chilometri ad est di Ercolano e a 12 chilometri a nord-ovest di Scafati.

    Terremoto, ieri sera scossa nel Canale di Sicilia

    Ieri sera, domenica 19 luglio 2020, alle ore 22:58, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un lieve sisma di magnitudo 3.3 nel Canale di Sicilia meridionale (MARE), con ipocentro a 56 chilometri di profondità. Nessun Comune italiano è stato localizzato entro 20 chilometri dall’epicentro. Inoltre, l’INGV non ha localizzato nessun Comune italiano con almeno 50.000 abitanti entro 100 chilometri dall’epicentro.

  • Terremoto, scossa nel distretto Tirreno Meridionale (MARE)

    Nella serata di domenica 19 luglio 2020, esattamente alle ore 20:12, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 2.2 nel distretto Tirreno Meridionale (MARE), con ipocentro a 130 chilometri di profondità. L’evento sismico in questo caso è stato localizzato a 37 chilometri a nord-ovest di Messina, a 50 chilometri a nord-ovest di Reggio Calabria, a 97 chilometri a nord di Acireale.

  • Terremoto, scossa avvertita in provincia de L’Aquila

    Nella nottata di ieri, domenica 19 luglio 2020, alle ore 02:01, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia un sisma di magnitudo 2.6 in Abruzzo, esattamente a San Vincenzo Valle Roveto, in provincia de L’Aquila, con ipocentro a 10 chilometri di profondità. In questo caso, inoltre, il terremoto è stato localizzato a 57 chilometri a sud de L’Aquila, a 63 chilometri ad est di Tivoli, a 66 chilometri ad est di Velletri e a 68 chilometri a nord-est di Latina.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: