Venerdì 23 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

In arrivo i treni che abbaiano: l’incredibile novità

La singolare intuizione arriva dal Giappone: serviranno ad allontanare i cervi dalle stazioni ferroviarie

treno giappone
In arrivo i treni che abbaiano: l'incredibile novità - Foto La Stampa
1 di 2
  • In Giappone arrivano i treni che abbaiano: a cosa servono

    Il Giappone, si sa, è sempre (almeno) un passo avanti a tutti. Soprattutto per quanto riguarda tecnologia e vita quotidiana. Nel mirino dei nipponici stavolta sono finiti i cervi che attraversano i binari delle stazioni ferroviarie all’improvviso, causando non pochi problemi alla circolazione dei treni. Cosa fare dunque per risolvere il problema senza però attentare alla salute dei cervi? Inventare i treni che abbaiano, intuizione arrivata dalle menti di un gruppo di ricercatori dell’Istituto di ricerca tecnica ferroviaria di Tokyo.

    Cosa sono i treni che abbaiano

    Gli scienziati dell’istituto nipponico, appurato che l’attraversamento dei cervi rischia di causare ritardi ai puntualissimi treni giapponesi, hanno ideato un sistema che permette ai treni di creare dei veri e propri abbai di cane per tenere lontani i cervi dai binari e dai convogli. Soluzione buffa ed esagerata? I risultati dei primi test hanno evidenziato che la presenza di cervi nei pressi dei binari ferroviari si ridurrebbe del 45%. Il treno, all’arrivo alla stazione, “produrrà” 20 secondi di abbaio di cane e 3 secondi di bramito di cervo, una combinazione di suoni che (nonostante l’ilarità generale) contribuirà a risolvere il problema. Questo nuovo sistema dovrebbe entrare in vigore entro marzo 2019. Un’ulteriore dimostrazione di quanto sia avanzata la civiltà giapponese.

    (Fonte Fuori Di Testa)

  • Gli “spingitori” nei treni

    E sempre a proposito di treni, un’altra intuizione singolare, ma molto efficace, che ha risolto alcuni problemi nelle stazioni metro e dei treni giapponesi è quella dello “spingitore”: si tratta di persone che, appunto, sono incaricate dall’esterno di pressare le persone all’interno dei vagoni, con più o meno delicatezza, per far sì che tutti riescano a prendere un determinato treno. Poco importa che dentro si stia ammassati come non mai, ciò che conta è che nessuno debba forzatamente aspettare il prossimo convoglio e rischiare di fare tardi…

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.