NanoPress

Gelicidio o pioggia ghiacciata: difficoltà alla circolazione in queste ore in Umbria

Pubblicato da Roberto Schiaroli

Segnala
  • Temperature al di sotto dello zero e locali episodi di Gelicidio durante le prime ore del mattino in Umbria.

    Gelicidio in Umbria durante le prime ore del mattino di Martedì 8 Gennaio. Foto Luca Mencaroni

    Dopo le nevicate ora anche in Gelicidio a creare problemi alla circolazione

    L’ inverno 2018-2019 è iniziato in gran forma in tutta l’ Italia ma specialmente sulle regioni centro-meridionali dove le correnti settentrionali hanno determinato condizioni di freddo intenso e neve fino in pianura e lungo le coste adriatiche. Anche nelle prossime ore non mancherà occasione per nuove nevicate a quote molto basse come approfondito in questo editoriale mentre in queste prime ore del mattino vengono segnalati episodi di Gelicidio o pioggia congelantesi in alcuni settori della regione Umbria e di conseguenza diversi casi di difficoltà alla circolazione stradale, specie nell’ Eugubino e Trasimeno. Tutte le mappe del modello GFS con temperature e precipitazioni sono consultabili nella nostra sezione dedicata.

    Ma cos’è il Gelicidio o pioggia congelantesi? 

    Il gelicidio,pioggia congelantesi, è un fenomeno atmosferico che si verifica quando la pioggia appena tocca terra ghiaccia immediatamente a causa delle temperature negative. Durante queste prime ore del mattino in Umbria le temperature risultano non a caso ovunque inferiori lo zero con picchi fino a -5 gradi nelle pianure e nelle vallate. Si tratta di un fenomeno atmosferico molto raro e tra i più pericolosi in assoluto per la circolazione stradale e pedonale. Episodi di pioggia congelantesi o gelicidio si verificano tuttavia molto raramente sulle regioni centrali mentre sulla pianura Padana posso verificarsi anche più volte in una stagione invernale.

  • Tendenza meteo in Italia nei prossimi giorni

    La fase climatica molto fredda degli ultimi giorni genera in queste ore locali episodi di Gelicidio in Umbria. Le temperature in quota stanno leggermente aumentando fin sopra lo zero in concomitanza dell’arrivo di una perturbazione. Siamo nel pieno della stagione invernale e questo pericoloso fenomeno atmosferico trova habitat ideale in alcune aree della nostra penisola come la pianura Padana e valli interne del centro-sud. Tuttavia la situazione sinottica attuale risulta ancora favorevole per le discese di correnti settentrionali sull’ Italia e clima sempre piuttosto freddo. L’ intenso Stratwarming e il conseguente spilt del Vortice Polare Stratosferico potrebbe generare un mese di Gennaio tra i più freddi e nevosi dell’ ultimo millennio in Italia. Come anticipato in questo editoriale e stando alle ultime proiezioni del modello GFS dove potete consultare tutte le mappe delle temperature e delle precipitazioni nelle prossime ore, avremo ancora clima invernale e possibili nevicate fino a quote molto basse nell’ Italia centro-meridionale. Seguite allora tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione meteo e iscrivetevi al nostro canale youtube.

Iscriviti alla nostra newsletter

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter