Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 22 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Inquinamento dell’aria: smog e polveri sottili nuovamente protagonisti specie in Pianura Padana

centro meteo italiano
1 di 3
  • Qualità dell’aria in netto peggioramento sull’Italia con inquinamento e smog di nuovo protagonisti: PM10 anche tre volte oltre il limite.

    Inquinamento dell'aria smog e polveri sottili nuovamente protagonisti specie in Pianura Padana

    Qualità dell’aria in netto peggioramento sull’Italia con inquinamento e smog di nuovo protagonisti: PM10 anche tre volte oltre il limite soprattutto in Pianura Padana. Fonte: circuitiverdi.it

    Inquinamento dell’aria: smog e polveri sottili nuovamente protagonisti specie in Pianura Padana – 27 gennaio 2015 – Il ritorno dell’anticiclone e della stabilità sull’Italia in questa ultima parte di gennaio –>leggi qui ha fatto tornare in auge il problema dell’inquinamento, in parte dimenticato nelle prime due decadi del mese grazie al maltempo di stampo invernale che ha portato piogge e neve da Nord a Sud. In questi giorni segnati nuovamente dal tempo stabile come anche dalla presenza di nebbie e nubi basse sempre più fitte e diffuse –>guarda qui, è tornato ad essere protagonista lo smog, con le polveri sottili, in particolare le concentrazioni di PM10, che hanno già superato la soglia limite di 50 microgrammi al metro cubo prevista dalla legislazione anche di tre volte. […]

  • La qualità dell’aria sta quindi nuovamente tornando a peggiorare su tutta Italia, ma in particolare in quelle zone interessate da nebbie e nubi basse persistenti come la Pianura Padana. Infatti non deve stupire questo aumento dell’inquinamento durante i lunghi periodi segnati dall’anticiclone –>guarda qui, con le concentrazione di polveri sottili che sono già in molte città d’Italia hanno oltrepassato il limite consentito dalla legge: l’aria infatti ristagna nei bassi strati per via dell’assenza di moti verticali durante le giornate invernali segnate dall’alta pressione, facendo di conseguenza aumentare la concentrazione di polveri sottili, PM10 su tutti. Lo smog torna ad essere quindi il protagonista, trovando proprio in questi giorni di anticiclone –>leggi qui l’ambiente ideale per poter aumentare la concentrazione di gas inquinanti. […]

  • Come detto, i valori di PM10 hanno già superato la soglia anche di oltre tre volte, con le polveri sottili che hanno reso l’aria irrespirabile anche nella giornata di ieri soprattutto in Pianura Padana: Lombardia, Emilia Romagna e Veneto hanno dovuto fare i conti con concentrazioni di PM10 che hanno sfondato anche il limite dei 150 microgrammi per metro cubo. Il record negativo è detenuto da Padova, dove i PM10 hanno raggiunto concentrazioni pari a 190 microgrammi per metro cubo. Non va meglio neanche in Lombardia, con Mantova che ha segnato una concentrazione di polveri sottili di 145 microgrammi per metro cubo, come anche in Emilia Romagna, dove la qualità dell’aria è pessima soprattutto a Ferrara con una concentrazione di PM10 pari a 105 microgrammi per metro cubo. L’inquinamento è quindi tornato ad essere il grande protagonista sull’Italia ed in particolare sulle zone della Pianura Padana, dove lo smog ha sensibilmente fatto peggiorare la qualità dell’aria rendendola irrespirabile. Nei prossimi giorni sarà ancora l’anticiclone a caratterizzare la situazione meteo sulla nostra Penisola –>leggi qui, con la possibilità che quindi si possa andare incontro a nuovi provvedimenti volti a ridurre l’inquinamento.

    a cura di Martina Rampoldi

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Martina Rampoldi

Fin da quando ero piccola sono sempre stata attratta dalle previsioni del tempo e da tutti gli eventi atmosferici. Nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata in Fisica dopo la maturità scientifica e successivamente ho conseguito il Master in Meteorologia presso l'Universitat de Barcelona. Nel 2014 ho raggiunto Roma entrando a far parte del team del centrometeoitaliano.it come meteorologa. Principalmente mi occupo di previsioni meteo e della stesura dei bollettini, insieme ai comunicati per varie stazioni radio e ai video di divulgazione. Amante del freddo e della neve e di tutto ciò che riguarda la montagna, affascinata da uragani e tornado.

SEGUICI SU: