Mercoledì 17 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

INVERNO SICCITOSO in gran parte d’ Italia, il Lago Maggiore ai minimi storici

A causa di un Inverno senza neve e senza piogge ecco che i fiumi e i laghi alpini denunciano pesanti deficit idrometrici, 100 milioni di metri cubi di acqua in meno sul lago Maggiore

Lago Maggiore visto dalla spiaggia del Feriolo nel Verbano. Foto di Danilo Donadio
  • Con il mese di Febbraio dominato dall’ Anticiclone, il lago Maggiore accusa un pesante deficit idrometrico

    Nonostante ad inizio inverno si è verificato un Stratwarming definito poi di tipo major, gli effetti al suolo sul comparto euro-atlantico non sono risultati degni di nota. Fatta eccezione per il mese di Gennaio dove le temperature sono risultate inferiori la media in diversi paesi del vecchio continente e in gran parte dell’ Italia, il clima di Febbraio 2019 si è rivelato più mite di +1.38 °C e particolarmente siccitoso su gran parte della Penisola specie sulle regioni più settentrionali con il completamento della propagazione del stratwarming avvenuto la fine di Gennaio e inizio Febbraio. Solo in queste ore sono tornate un pò di precipitazioni al nord Italia in seguito a settimane secche, come viene ampiamente anticipato dal meteorologo Roberto Schiaroli nel precedente editoriale.

    L’ attenzione si sposta a metà mese con possibili nuovi scenari invernali

    Ad oggi l’evento di Stratwarming può definirsi concluso, e la successiva ripresa del Vortice Stratosferico (Nam oltre +1.5) potrebbe non determinare conseguenze di rilievo sul clima durante le prossime settimane, come già introdotto dal meteorologo Roberto Schiaroli. Il flusso atlantico ora sembra più attivo in Europa e salgono le probabilità di risanare il deficit pluviometrico in Italia. Tuttavia secondo le ultime uscite delle mappe del modello GFS, un vero e proprio colpo di coda dell’ Inverno potrebbe giungere sull’ Italia tra il giorno 13 e giorno 14 Marzo. Le correnti nord-occidentali vengono indicate in ingresso sul bacino del Mediterraneo e potrebbero generare un sensibile cambiamento delle temperature con valori previsti in forte calo fino scendere sotto la media del periodo.

  • Clima più freddo in Italia con il ritorno delle precipitazioni

    Durante la prossima settimana la situazione sinottica europea potrebbe cambiare e le precipitazioni potrebbero tornare anche in Italia. L’ Inverno 2018-2019 è risultato piuttosto avaro di precipitazioni sulle regioni più settentrionali d’ Italia e sulle Alpi, di conseguenza fiumi e laghi denunciano livelli idrometrici inferiori al normale, persino nel Lago Maggiore. Stando alle ultime proiezioni dei principali modelli stagionali, la tendenza climatica per la Primavera 2019 indica temperature in linea con la media o leggermente superiori e precipitazioni senza particolari anomalie. Nello specifico, Marzo e Aprile in linea o di poco più caldi specie al centro-sud Italia, Maggio con temperature allineate alla media. Dal punto di vista pluviometrico non emergono anomalie di rilievo con il deficit idrometrico che potrebbe essere solo in parte risanato. Vi invitiamo quindi a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, per rimanere sempre informati sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

     


La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

SEGUICI SU: