Lunedì 26 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

La grande frana sta riprendendo a muoversi, dopo il maltempo torna la paura al nord Italia. Foto

Mattarello, 48 ore di maltempo hanno causato enormi disagi

Mattarello, ancora problemi
Mattarello, ancora problemi
1 di 4
  • Pioggia e maltempo, allarme a Mattarello

    Pioggia e maltempo: in 48 ore è stato cancellato, anche se solo in parte, il lavoro del Comune di Mattarello, bacini montani e forestale per ripristinare in urgenza l’area in località “I Grezzi”. Già dopo la tempesta dello scorso ottobre era stattato l’allarme: una frana di fango e detriti, infatti, era scesa lungo il versante per invadere la ex strada statale. L’evento aveva costretto l’evacuazione di alcuni abitanti del sobborgo in via precauzionale. 

    La frana di ottobre

    Quei giorni non sono stati facili per il Trentino: dai versanti della montagna, infatti, si era staccata una frana che ha attraversato la Val Cestara, tracimata a valle e piombata sulla strada. Nelle ore seguenti il servizio dei bacini montani, si legge su Ildolomiti, si è messo all’opera per alcuni interventi urgenti tra rimozione del materiale e messa in sicurezza della zona. 

  • Il fango non è arrivato in strada

    A quanto pare ora nulla è cambiato: il terreno allentato dalle precipitazioni, infatti, ha permesso alla frana di tornare a muoversi per riempire di nuovo il canale. Questa volta, però, il fango non è arrivato in strada: questo evento, comunque, segnala l’importanza di intervenire. I piani, intanto, sono già pronti. A marzo sarebbe dovuto iniziare il ripristino di una strada per spostare centinaia di metri cubi di materiale lateralmente per creare uno svaso.

  • I costi dei lavori

    Sul rio Stanghet, inoltre, si prevede la realizzazione di un deposito a ridosso della ex statale per accogliere i detriti in caso di piena. Il costo totale è di circa 300.000 euro. È già pronta anche la progettazione sul rio Val Cestara. I lavori dovrebbero scattare a ottobre prossimo, per un totale di 900mila euro. Questo nuovo smottamento potrebbe indurre ad accelerare i tempi. 

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascina il mondo dell'informazione e quello della comunicazione. Tra gli argomenti che seguo con maggiore interesse: tutto ciò che riguardala tv. Reality show, talent show senza tralasciare gossip e altri programmi vari. Seguo molto anche tutto ciò che riguarda la tecnologia e mi occupo di natura e scienza