Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 24 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

MALTEMPO – Nubifragio nel sassarese. Molteplici le criticità. Strade trasformate in fiumi di fango, ecco cosa accaduto in Sardegna

Maltempo colpisce la Sardegna: allagamenti, frane e disagi nel sassarese

Immagine di repertorio, fonte Pixabay.
1 di 4
  • Maltempo: conta dei danni in Italia

    Ormai l’autunno ha preso da giorni il possesso della scena italiana ed europea, con il suo carico di precipitazioni e forti venti. Purtroppo però non sono mancati episodi di intenso maltempo, in particolare nelle ultime settimane al nord, lungo il Tirreno e in Sardegna. Proprio in Sardegna, violenti nubifragi, accompagnati da raffiche di vento, hanno interessato le zone settentrionali dell’isola, con allagamenti e disagi che ancora oggi interessano il sassarese, nonostante in zona è ormai tornato il sole. Attenzione però, la tregua potrebbe essere breve, nuova perturbazione in arrivo da domani.

    Maltempo in Sardegna, ancora frane nel sassarese

    La giornata peggiore in Sardegna è risultata quella di ieri, quando piogge intense hanno colpito l’isola da nord a sud, risultando particolarmente intense nel sassarese e oristanese. Un violento nubifragio ha colpito Sassari provocando crolli di numerosi alberi, allagamenti e disagi per gli automobilisti. Oggi il maltempo sembra concedere una tregua ma non le frane, che continuano ad interessare la provincia. In pochissimi minuti le strade sono state trasformate in fiumi in piena nel centro della città e non sono mancate criticità per tombini saltati e per automobilisti impantanati nell’acqua.

    Frane e strade chiuse

    Come riportato da “ansa.it”,anche se ha smesso di piovere si contano altri disagi sulle strade a causa dei nubifragi che si sono abbattuti nel nord Sardegna nel corso delle ultime ore. Altre frane stanno interessando il sassarese e purtroppo stanno creando notevoli disagi alla circolazione. Un tratto della strada statale 597 “Del Logudoro” è provvisoriamente chiuso dal km 2,000 al km 5,000, nel territorio di Codrongianos, questo a causa della caduta di grossi massi sulla carreggiata. Le deviazioni avvengono sulla strada statale 729 “Sassari Olbia”.

  • Disagi anche sulla ferrovia

    Sul posto ci sono squadra dell’Anas per cercare di tenere sotto controllo la situazione e favorire un regolare traffico, che sta registrando notevoli difficoltà. Nel frattempo resta sempre chiusa la complanare della statale 131, completamente sott’acqua da ieri vicino a Florinas, ed anche il tratto della ferrovia vicino a Scala di Giocca, sempre nel Sassarese. La situazione dovrebbe mantenersi stabile nel corso della giornata odierna, mentre da domani non si escludono nuove piogge nel nord dell’isola ma al massimo di moderata intensità.

  • Freddo in arrivo da dicembre

    Una nuova perturbazione è già in arrivo dalla Francia e nel corso delle prossime ore porterà i primi rovesci al nord-ovest e poi sulla Sardegna. La giornata di domani vedrà maltempo al centro-nord, soprattutto sul versante occidentale, maggiormente esposto a tale flusso. Perturbazione che comunque risulterà più debole rispetto alle altre che hanno interessato il Paese nel corso del mese di novembre. Una novità potrebbe invece giungere dal fine settimana in avanti. Sembrerebbe infatti che una prima incursione di aria fredda si possa mettere in moto verso il Mediterraneo e non è da escludere che entro l’Immacolata anche l’Italia possa sperimentare una vera e propria parentesi invernale, con nevicate a quote molto basse, ne riparleremo.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo tra l’altro ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU:

Scarica la nostra app