Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 12 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – AGOSTO SHOCK, inizio con la furia dei TEMPORALI e CROLLO TERMICO? Tutti i dettagli

METEO - AGOSTO SHOCK, la furia dei TEMPORALI e delle GRANDINATE potrebbe scatenarsi in apertura del mese, con tanto di CROLLO TERMICO, tutti i dettagli

Colpo all'estate per i primi di agosto?
1 di 3
  • Anticiclone annientato sull’Italia

    E’ da qualche giorno e precisamente dalla giornata di venerdì scorso nonché 10 luglio che l’Alta pressione sta mostrando una gran fatica nell’atto di riprendere il controllo della nostra Penisola. A partire infatti dalla giornata di venerdì e per tutto sabato, le condizioni meteo sono visibilmente peggiorate soprattutto sulle regioni settentrionali grazie all’ingresso di correnti più umide e fresche dai quadranti nordorientali. Domenica 12 l’Anticiclone ha avuto un nuovo forcing, con una nuova spinta che ha provocato nuova e generale stabilità in Italia che è però risultata solo temporanea, come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Ingerenza atlantica da nordest

    La stabilità domenicale è stata però del tutto temporanea sull’Italia, in quanto l’Anticiclone che era inizialmente tornata in possesso del Mediterraneo centro-occidentale, mostra ora qualche difficoltà a mantenerne il controllo: è infatti disturbato in maniera in alcuni casi anche evidente dalla presenza di un flusso atlantico sempre più sbilanciato verso il continente europeo, le cui correnti fanno ingresso anche nella nostra Penisola determinando il calo delle temperature di cui ha beneficiato l’intero territorio nazionale. Tale situazione, come vedremo, si protrarrà ancora per alcuni giorni, stando ai principali centri di calcolo.

    Proseguo di settimana con temperature intorno alla norma o lievemente al di sotto

    L’ingerenza delle correnti atlantiche in arrivo dai quadranti nordorientali interesserà la nostra Penisola per praticamente tutta la settimana corrente, con gli effetti più evidenti che si manifestano non tanto dal punto di vista meteorologico, quanto da quello essenzialmente termico: nonostante i cieli in gran parte soleggiati, in special modo su pianure e settori costieri, le temperature mostreranno valori tutt’altro che elevati, ma anzi allineati alla media del periodo se non in molte zone anche al di sotto di questa. Non mancherà comunque di tanto in tanto qualche temporale nelle zone interne dello stivale.

  • Grave peggioramento per il finire di luglio

    Notoriamente, più in là si va con le previsioni, anzi con le tendenze, più la “previsione” perde di affidabilità. In questo editoriale cerchiamo di andare un pochino oltre basandoci però solo sulla singola emissione del modello americano GFS, quella di metà mattina e relativa quindi alle 06utc. Essa, mostrerebbe per il termine di luglio l’arrivo di un grave guasto del tempo a causa di una vasta saccatura atlantica che affonderebbe verso l’Italia, con temporali e crollo termico sensibile in tutto il Paese. Ciò avrebbe ripercussioni anche per i primi giorni di agosto, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Possibili ripercussioni anche a inizio agosto

    Un peggioramento del genere darebbe un duro colpo all’estate proprio nel periodo in cui essa dovrebbe invece mostrare una forma smagliante. Non a caso il periodo che va da fine luglio a metà agosto è anche quello considerato il più caldo dell’anno. Tuttavia, nonostante il calendario a favore, un peggioramento come quello descritto in precedenza, avrebbe risvolti di maltempo anche ad inizio agosto. Ribadiamo però che essendo una tendenza a lungo termine e stilata sulla base di una singola emissione modellistica, essa ha un basso grado di affidabilità, pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti in tal senso sul nostro sito.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: