Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ALLUVIONI e FRANE KILLER TRAVOLGONO Baglung, in Nepal: almeno 14 morti e 41 dispersi, i dettagli

METEO - ALLUVIONI e FRANE KILLER devastano il distretto di Baglung in Nepal. Colate di fango ricoprono le strade, ci sono almeno 14 morti e altri 41 dispersi, tutti i dettagli

Alluvione, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Ritrovata stabilità in Italia

    Le condizioni meteo all’interno della nostra Penisola appaiono quest’oggi decisamente migliori rispetto a quanto è stato riscontrato ieri, quando disturbi temporaleschi localizzati imperversavano sulle zone interne del centro-sud e della Sicilia. Una nuova spinta dell’Alta pressione di matrice afroazzorriana dai quadranti sudoccidentali ha infatti scacciato via le ultime residue correnti di maltempo che fino a ieri hanno caratterizzato la nostra Penisola. Tuttavia, le temperature rimangono ampiamente gradevoli, con valori non eccessivi e tipici dell’estate settembrina.

    Forte ventilazione sul basso versante adriatico e al sud

    Non basta però che l’Anticiclone avvolga la nostra Penisola per portare una situazione meteorologica tranquilla nella sua totalità, poiché soprattutto sul basso versante adriatico quest’oggi sono state violente le raffiche di vento che hanno raggiungo localmente fino i 70km/h nel salentino. Raffiche intense e fino a 50km/h si sono comunque registrate diffusamente in tutte le regioni meridionali, questo a causa della presenza di una circolazione depressionaria presente sulla Penisola balcanica, da cui le correnti si incanalano nel Mar Adriatico intensificandosi, come avevamo approfondito in un apposito editoriale.

    Monsoni continuano a portare danni e perdite umane sui Paesi asiatici meridionali

    Nei passati giorni abbiamo parlato di nubifragi ripetuti e accompagnati da frequente attività elettrica che hanno imperversato sulle zone più nordoccidentali del Pakistan, provocando danni, feriti e persino vittime in particolare in una Provincia pakistana, letteralmente messa in ginocchio dall’attività monsonica che, nonostante il decorso estivo, continua a risultare particolarmente vivace. Quest’oggi infatti ci sposteremo più verso oriente e andiamo ad approfondire invece quanto accaduto in Nepal, dove pure si registrano morti e decine di dispersi, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Almeno 14 morti, 41 dispersi. Fango ricopre interamente le strade

    Stando a quanto si apprende dal sito “kathmandupost.com” nelle scorse ore il fiume Bhuji sarebbe straripato inondando d’acqua e fango le strade adiacenti e provocando danni ingenti nel distretto di Baglung. Il bilancio sarebbe grave soprattutto in seguito alla frana con i detriti che si sono riversati nel corso d’acqua ingrossandone il volume e consterebbe di almeno 14 morti e altri 41 dispersi. Le operazioni di ricerca sarebbero tutt’ora in corso.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: