Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 7 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Altra scia di TEMPORALI e GRANDINE in arrivo nel WEEK END su alcune regioni italiane

PREVISIONI METEO – Nonostante il dominio anticiclonico, nei prossimi giorni si attiverà un nuovo flusso di correnti nord orientali che porterà il ritorno di attività temporalesca lungo alcuni settori

METEO - Altra scia di TEMPORALI e GRANDINE in arrivo nel WEEK END su alcune regioni italiane
METEO - Altra scia di TEMPORALI e GRANDINE in arrivo nel WEEK END su alcune regioni italiane, fonte foto: Pixabay
1 di 3
  • METEO : nel prossimo week end tornerà l’instabilità, ma nel frattempo l’anticiclone avanza

    Buongiorno e bentrovati a tutti gli amici del Centro Meteo Italiano. Proprio in queste ore un fronte di aria fresca e instabile sta transitando al Nord Est e sulle regioni adriatiche centro-settentrionali portando non molte piogge ma un cospicuo calo delle temperature. Basti pensare che alla quota di 850 hPa la temperatura si è portata, su quel versante, intorno ai +8°C su diverse regioni e con cieli generalmente nuvolosi o molto nuvolosi (almeno in questo frangente). A seguire però è atteso un nuovo aumento delle temperature e con esso il ritorno del bel tempo su praticamente tutte le regioni italiane. In questo editoriale analizzeremo però quanto potrebbe avvenire nel prossimo fine settimana, momento in cui transiterà un fronte instabile che potrebbe interessare i medesimi settori che in queste ore vengono colpiti dal fronte freddo citato poc’anzi. Vediamo quindi nel dettaglio cosa potrebbe accadere il prossimo fine settimana dando uno sguardo anche ai giorni a seguire.

    METEO WEEK END, torna l’instabilità sull’Italia: diversi settori a rischio

    Nonostante gran parte del Mediterraneo risulterà ancora una volta fortemente influenzato da un esteso campo di alta pressione, il prossimo fine settimana il bordo orientale della massa stabile potrebbe cedere il fianco all’arrivo di correnti fresche e instabili da Nord Est. Difficile ancora inquadrare nel dettaglio quali potranno essere le regioni più o meno colpite, ma da quello che emerge nelle ultime emissioni dei principali  centri di calcolo (comprese quelle di stamattina) è che i temporali torneranno a far visita con molta probabilità al nord est e lungo le coste adriatiche settentrionali. Non è escluso inoltre che qualche temporale potrà far visita anche ai settori padani, specie quellicentro-orientali, ma per il momento come detto non è possibile ancora entrare troppo nello specifico di quelle che potrebbero essere le aree maggiormente interessate dall’attività temporalesca. Andiamo però a vedere cosa ci aspetta nel fine settimana sul resto della Penisola, quando gli italiani inizieranno a riversarsi con maggior numero sulle spiagge italiane.

    Fine settimana sul resto della Penisola, attenzione al CALDO in aumento

    Sul resto della Penisola tuttavia il tempo si manterrà saldamente stabile e asciutto su tutte le regioni ed anzi, potrebbe essere un momento buono per registrare un primo picco di questa nuova ondata anticiclonica su alcune regioni. Come mostrato infatti dal modello ICON entro le 114 ore, la temperatura massima registrata nella giornata di sabato potrebbe toccare e superare i +37°C sull’Emilia-Romagna e sulla Puglia. Valori decisamente più contenuti si registrerebbero invece sulle regioni centrali tirreniche, in Sicilia e sulla Sardegna con la colonnina di mercurio che non andrebbe a superare i +32°C. Situazione comunque che evolverà ancora con gli aggiornamenti dei principali centri di calcolo e risulta soggetta a nuove variazioni entro il range previsionale di cui stiamo parlando. Nella pagina successiva proveremo invece ad inquadrare la possibile dinamica evolutiva della prossima settimana, sempre con l’ausilio dei principali centri di calcolo.

  • ECMWF 00Z, caldo senza eccessi ma anticiclone a oltranza: i dettagli sull’emissione odierna

    L’emissione odierna del modello europeo mostra una tendenza volta alla permanenza dell’anticiclone su gran parte del continente europeo e, conseguentemente, anche sull’Italia. Una situazione sinottica fotocopia rispetto ai giorni attuali seppur con l’alternanza con brevi passaggi freschi e instabili come anche spiegato nella pagina precedente dell’editoriale. Caldo quindi ma senza eccessi, con stabilità prevalente anche la prossima settimana: le temperature si manterranno in media o leggermente al di sopra specie sulle regioni nord occidentali e sulle isole maggiori, dove la colonnina di mercurio tenderà a salire con maggiore insistenza rispetto alle rimanenti regioni. Non si vedono per il momento all’orizzonte particolari rotture estive, ma la sensazione è che comunque il mese di luglio possa trascorrere senza che la figura dell’anticiclone africano domini lo scenario barico italiano.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: