Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ANTICICLONE con le ORE CONTATE: torna il MALTEMPO con TEMPORALI e GRANDINE, ecco i dettagli

METEO - ANTICICLONE ha ormai le ORE CONTATE: nuovo abbassamento del FLUSSO ATLANTICO determinerà un nuovo PEGGIORAMENTO in ITALIA, ecco tutti i dettagli

Il maltempo incombe sull'Italia.
1 di 3
  • Prosegue la fase di generica stabilità in Italia

    Sta proseguendo da qualche giorno a questa una parentesi decisamente più stabile per l’Italia, in particolare dalla giornata di ieri, dopo che le residue correnti di maltempo determinassero lo sviluppo di qualche disturbo temporalesco localizzato sulle zone interne del centro-sud e della Sicilia nella giornata di giovedì 3 settembre. L’Anticiclone infatti è tornato in pieno controllo del bacino del Mediterraneo, portando condizioni di generale bel tempo sullo stivale con cieli in prevalenza soleggiati o al più poco nuvolosi. Tutto ciò si inserisce all’interno di un contesto climatico decisamente gradevole e tipico dell’estate settembrina.

    Venti in attenuazione sul settore adriatico meridionale e al sud in generale

    Nella giornata di ieri la presenza di una circolazione depressionaria sulla Penisola balcanica ha determinato l’incanalamento dei venti nel Mar Adriatico, con le correnti in intensificazione proprio sul basso versante adriatico e in uscita sul resto del meridione, con le raffiche che raggiungevano diffusamente i 50km/h e localmente fino a 70km/h nel salentino. Quest’oggi notiamo una netta attenuazione della ventilazione a causa dello spostamento della predetta circolazione depressionaria verso la Penisola turca, sospinta dall’Anticiclone che dunque attualmente avvolge anche la Penisola balcanica.

    L’Anticiclone ha le ore contate: si prepara un affondo perturbato sul Mediterraneo occidentale

    L’Anticiclone di matrice afroazzorriana che sta attualmente avvolgendo interamente il bacino del Mediterraneo come scritto in precedenza, ha però le ore contate: stando infatti ai principali centri di calcolo va profilandosi un affondo perturbato di origine atlantica ad opera di una saccatura pilotata da un’area depressionaria presente sulla Penisola scandinava. Tale affondo inizierà a portare i propri effetti sull’Italia però non prima di domani pomeriggio domenica 6 settembre. Andiamo dunque a vedere cosa accadrà al livello sinottico e cosa comporterà nel prossimo paragrafo.

  • Anticiclone in ritirata, la saccatura si isolerà poi a goccia fredda

    Sebbene l’affondo perturbato non sia centrato sulla nostra Penisola ma ad ovest della Sardegna, esso non mancherà di apportare i suoi effetti soprattutto sulle aree più settentrionali del Paese, in primis Alpi e Prealpi ma non è escluso che i temporali possano successivamente estendersi sulle pianure del nord Italia, soprattutto in un momento successivo, nella giornata di lunedì dunque. La goccia fredda potrebbe contestualmente richiamare sulla Sicilia un flusso umido proveniente dal Nordafrica responsabile dell’arrivo di qualche nota di maltempo.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: