Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 26 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ANTICICLONE KO, arriva il MALTEMPO con PIOGGE e forti TEMPORALI, ecco quando e dove

METEO - ANTICICLONE KO, arriva il MALTEMPO in ITALIA, con PIOGGE e forti TEMPORALI grazie ad un FLUSSO INSTABILE, ecco quando e dove colpiranno

Violento maltempo in arrivo in Italia.
1 di 3
  • Bel tempo quest’oggi su gran parte del Paese

    Nella giornata odierna, nonostante i disturbi di alcuni flussi instabili in dirittura d’arrivo sull’Italia dalla Penisola balcanica, si presenta pressoché stabile e soleggiata sulla stragrande maggioranza del Paese, seppur con qualche eccezione su cui approfondiremo meglio nel prossimo paragrafo. Sulla maggior parte dello stivale dunque insistono e resistono gli effetti portati in atto dall’Alta pressione di origine azzorriana, sia pure in un contesto climatico non così caldo: le temperature vengono infatti contenute all’interno della media del periodo dai flussi più freschi precedentemente menzionati provenienti dal settore balcanico.

    Temporali localizzati al nordest

    Il flusso instabile che comunque pervade parzialmente il nostro Paese, non porta come scritto in precedenza i suoi effetti solo dal punto di vista prettamente termico, ma lo fa, seppur in maniera non così altrettanto evidente, anche dal punto di vista meteorologico. Infatti, nel corso di questo pomeriggio su alcune zone delle regioni nordorientali in particolare del Veneto e del Friuli Venezia Giulia si sono formati temporali localizzati anche piuttosto intensi. Inoltre è presente qualche addensamento lungo la dorsale appenninica, ma al momento è tutta un’unica fumata nera per lo sviluppo di temporali, dato che di questi non ve n’è traccia in queste aree.

    Anticiclone KO a partire da giovedì?

    Il quadro sinottico del Mediterraneo potrebbe però evolvere nel corso della settimana corrente a favore del maltempo sulla nostra Penisola: i flussi instabili si faranno sempre più invadenti dai settori balcanici e anche le temperature per questo subiranno un nuovo lieve e generale calo. Ma non solo, appunto. In Italia arriverà, con tutta probabilità, stando alle ultime emissioni modellistiche dei principali centri di calcolo, un’ondata di forte maltempo, con violenti temporali talvolta anche a carattere di nubifragio e accompagnati persino da qualche grandinata. Andiamo a vedere in previsione quali saranno le regioni più colpite.

  • Violenti temporali sulle zone interne e sull’Appennino

    A partire dunque dalla giornata di giovedì 28 maggio le condizioni meteo sull’Italia tenderanno ad un generale peggioramento grazie ad una maggior prorompenza delle correnti instabili in arrivo dalla Penisola balcanica, con violenti temporali in formazione nel corso dei pomeriggi di natura termoconvettivi che interesseranno principalmente le zone interne e l’Appennino dove, probabilmente, si registreranno i fenomeni più intensi.

  • Temporali in estensione fin verso i settori costieri

    Per la verità i temporali termoconvettivi inizieranno a formarsi lungo la dorsale appenninica già da domani mercoledì 27 maggio, ma in maniera piuttosto localizzata. Inoltre i fenomeni dovrebbero rimanere confinati su questi settori. Da giovedì invece la situazione si mostra differente, poiché i temporali che si genereranno sulle zone interne del Paese, lungo le pianure adiacenti e da venerdì 29 maggio addirittura fin verso le aree costiere, provocando un’ondata di generale e forte maltempo.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: