Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 8 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ASSALTO ATLANTICO in arrivo in ITALIA con GRANDINATE e CROLLO TERMICO, ecco quando e dove

METEO - ONDATA di MALTEMPO violenta sempre più probabile intorno alla metà del mese, i modelli vanno verso la conferma: GRANDINATE e CALO TERMICO, ecco dove

Temperature in calo verso metà mese.
1 di 3
  • Parentesi di generica stabilità sulla nostra Penisola

    A partire dalla giornata di ieri l’Italia sta attraversando una fase di totale stabilità, che come vedremo comunque durerà non più di qualche giorno. Questo grazie ad una rimonta dell’Anticiclone di matrice afroazzorriana che a partire da lunedì 6 luglio è tornato alla rivalsa del Mediterraneo allontanando definitivamente tutte le correnti più fresche e instabili provenienti da latitudini più settentrionali e avvolgendo la nostra Penisola, dove i cieli appaiono fin da ieri pressoché soleggiati ovunque. Nonostante le condizioni di palese bel tempo, non sono mancati dei danni nella mattinata di ieri a causa delle forti raffiche di vento sulla riviera romagnola.

    Primi disturbi di maltempo solo da venerdì in Italia

    Le condizioni meteo di generale bel tempo avvolgeranno interamente la nostra Penisola fino ad almeno la giornata di domani giovedì 9 luglio grazie alla persistenza dell’Alta pressione di origine afroazzorriana che porta caldo estivo e tipico del clima mediterraneo. Successivamente, una saccatura di origine nordatlantica tenderà lievemente ad abbassarsi, lambendo lo stivale ma insistendo ancora oltralpe: se è vero che per la giornata in questione è previsto il picco di caldo nella maggior parte dei settori del Paese, contestualmente sulle aree più settentrionali (in particolare quelle dell’Alto Adige) i primi temporali potranno fare la loro comparsa nelle ore pomeridiane, occasionalmente accompagnati anche da grandinate.

    Weekend perturbato tra sabato pomeriggio e domenica mattina

    I primi disturbi in ingresso sul nostro Paese per la giornata di venerdì 10 luglio saranno solo il preludio dell’arrivo di un peggioramento in arrivo invece nella giornata di sabato 11 grazie all’affondo rapido di un cavo atlantico che porterà un’ondata di maltempo che interesserà dapprima le regioni nordorientali e la Lombardia, con l’instabilità che scivolerebbe in un secondo momento verso meridione coinvolgendo l’Emilia-Romagna e il versante adriatico centrale, in special modo le Marche, tra la notte e la mattina. Potrebbe però non essere l’unico peggioramento previsto da qui alla prossima settimana stando ai principali centri di calcolo, come vedremo successivamente.

  • Prossima settimana ingerenza atlantica verso il nostro Paese

    Dopo un primo momento di ripresa dell’Alta pressione nei giorni di domenica 12 e lunedì 13 luglio, le condizioni meteo potrebbero tornare a peggiorare sulla nostra Penisola a partire da martedì 14 a causa dell’ennesima ingerenza atlantica di quest’estate che coinvolgerebbe ancora una volta soprattutto le regioni centro-settentrionali. L’Anticiclone sarebbe infatti costretto ad arretrare di qualche centinaio di chilometri più a sud.

  • Possibili grandinate e crollo termico

    Il maltempo potrà essere accompagnato soprattutto sulle regioni settentrionali da possibili grandinate e un generale calo delle temperature che interesserà ovviamente in maniera più netta le aree che verranno colpite dai temporali. Tanto più intensi saranno i fenomeni, tanto più sensibile sarà il crollo termico. La tendenza necessita tuttavia ancora di ulteriori conferme nei prossimi giorni, anche se sembrano scongiurate in ogni caso ondate di calore intense e prolungate: pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti sul nostro sito.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: