Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – BREAK dell’ESTATE, NUBIFRAGI e GRANDINATE in arrivo, la Protezione Civile dirama l’ALLERTA, ecco le città interessate

METEO - Altro passo falso dell'ESTATE in arrivo con NUBIFRAGI e GRANDINATE: la Protezione Civile è costretta ad emanare un ulteriore ALLERTA, ecco la lista delle città colpite

Allerta meteo della Protezione Civile.
1 di 3
  • Forte caldo ancora sull’Italia

    Nella giornata odierna sabato 1° agosto nonostante la presenza di qualche disturbo temporalesco in Italia sul quale approfondiremo nel prossimo paragrafo, si è verificata un ulteriore giornata cosiddetta di fuoco, con temperature che in alcune località della Calabria e della Sardegna interne hanno sfiorato persino i +42°C. Questo grazie all’azione di un robusto campo di Alta pressione di origine sub-tropicale, alimentato da correnti via via più roventi con il trascorrere della settimana. Per oggi il Ministero della Salute aveva peraltro bollato di rosso 14 città italiane, ecco quali.

    Temporali isolati nelle zone interne del Paese

    Tuttavia, sebbene in un contesto prevalentemente anticiclonico, come è evidente anche dal quadro sinottico, si è comunque verificata la formazione e il conseguente sviluppo di temporali pomeridiani di natura prettamente termoconvettiva. Questo a causa di una lieve circolazione depressionaria causata dall’infiltrazione di correnti più fresche ed umide di matrice atlantica provenienti dai quadranti nordorientali. Occasionalmente e contrariamente a qualsiasi previsione, tali temporali sono riusciti a sconfinare sulle aree costiere del Sorrento e del basso Lazio. Prossime ore residui e isolati acquazzoni sulle regioni nordorientali.

    Torna il forte maltempo

    La progressione di una saccatura di origine nordatlantica in arrivo dai quadranti settentrionali determina un leggero arretramento dell’Alta pressione, quanto basta per riportare condizioni di violento maltempo sulle regioni settentrionali. A partire fin dalle primissime ore della giornata di domani domenica 2 agosto infatti, temporali inizieranno ad interessare la Pianura Padana, ma è dal pomeriggio che scoppierà l’instabilità vera e propria quando il maltempo mostrerà un carattere più diffuso e accompagnato occasionalmente da grandinate con possibili nubifragi. Resta prevalentemente stabile e asciutto al centro-sud, dove tuttavia si verificherà un leggero calo delle temperature e dove non si esclude qualche locale disturbo temporalesco lungo la dorsale appenninica. PER DETTAGLI RELATIVI ALLE PREVISIONI METEO DELLA TUA CITTA’, CONSULTA IL NOSTRO SITO.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: sparse, tendenti a diffuse nella seconda parte della giornata con fenomeni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori centro-meridionali di Piemonte e Lombardia, su Trentino e Veneto centrale, con quantitativi cumulati moderati; da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul resto del Nord, su Appennino toscano, umbro-marchigiano e abruzzese, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati; isolate, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori appenninici di Lazio, Molise, Campania, Basilicata meridionale e Calabria settentrionale, con quantitativi cumulati deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: massime in sensibile diminuzione sulle regioni settentrionali; massime elevate sulle zone di pianura e vallive interne del Centro-Sud. Venti: localmente forti settentrionali sulla Puglia meridionale; tendenti a localmente forti nord occidentali sulla Sardegna settentrionale ed occidentale. Mari: tendenti a molto mossi, dalla serata, il Mar di Sardegna e le Bocche di Bonifacio. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta arancione, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino che vi abbiamo riportato, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Domenica 2 agosto 2020: MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA ARANCIONE: Lombardia: Bassa pianura occidentale, Media-bassa Valtellina, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Alta Valtellina, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Lombardia: Nodo idraulico di Milano. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola, Bacini romagnoli, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese, Bacini emiliani centrali. Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene. Marche: Marc-3, Marc-1, Marc-5. Piemonte: Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento. Umbria: Chiascio – Topino, Nera – Corno, Alto Tevere. Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Lombardia: Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale. Piemonte: Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento.
    Interessati dunque dall’allerta tutti i capoluoghi di: Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e i seguenti: Terni, Ascoli Piceno, Urbino, Torino, Cuneo, Novara, Vercelli, Trento.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: