Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 11 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO: CALDO in vista in ITALIA per il modello americano, vediamo questa ipotesi

METEO ITALIA: ultima decade di giugno con esplosione del CALDO estivo secondo il modello americano GFS

METEO - Prima ondata di caldo per la fine di giugno?
METEO - Prima ondata di caldo per la fine di giugno?
1 di 4
  • L’estate potrebbe arrivare all’improvviso con CALDO su tutta Italia

    Ci sono i temporali che si alternano con il sole ma il clima rimane in generale piuttosto fresco in Italia a causa delle gocce fredde che seguitano a transitare sul Mediterraneo. Dopo un maggio piuttosto caldo in molti forse si aspettavano condizioni meteo di piena estate per il mese di giugno, il quale invece si sta rivelando piuttosto dinamico. Almeno fino al prossimo weekend sono attese condizioni meteo instabili o a tratti perturbate con piogge e temporali anche intensi. Come ben sappiamo però è solo questione di tempo prima che il caldo estivo si palesi sulla nostra Penisola e il modello GFS offre da qualche giorno diverse ipotesi per il lungo periodo. Potrebbe essere proprio l’ultima decade di giugno a vedere un netto miglioramento meteo grazie all’anticiclone accompagnato ovviamente dalla prima ondata di caldo della stagione estiva.

    Anticiclone africano verso l’europa e temperature in forte aumento

    Precisiamo che quelle qui descritte restano al momento solo ipotesi di singoli modelli e tendenze meteo sul lungo periodo. Seconda decade del mese con frequenti passaggi instabili sul Mediterraneo secondo il modello americano GFS che però propone un cambio per l’ultima parte di giugno. La circolazione depressionaria presente sull’Europa centro-occidentale potrebbe infatti spostarsi più ad ovest interessando soprattutto le coste atlantiche dell’Europa. L’anticiclone africano avrebbe così spazio per rimontare sul Mediterraneo e sull’Europa centro-orientale arrivando a lambire la Scandinavia. In questo caso possiamo attenderci condizioni meteo prettamente estive sulla nostra Penisola con temperature in aumento anche oltre le medie del periodo. Il modello GFS propone insomma per l’ultima decade di giugno la prima ondata di caldo e l’ipotesi non è del tutto da bistrattare.

    METEO - Primo CALDO di stagione in arrivo? L'ESTATE ci prova!! Tutti i dettagli

    METEO – Primo CALDO di stagione in arrivo? L’ESTATE ci prova!! Tutti i dettagli

    Mese di luglio caldo ma senza eccessi secondo le proiezioni stagionali

    L’ultimo aggiornamento del modello europeo ECMWF propone per quanto riguarda la nostra Penisola temperature in media o poco sopra durante il mese di luglio 2020. Guardando un po’ tutta l’Europa possiamo vedere come i valori potrebbero essere generalmente in media con anomalie positive solo su Penisola Iberica, Italia e Penisola Balcanica. Addirittura potrebbero esserci ampie zone sotto media tra Atlantico, Isole Britanniche e Scandinavia occidentale. La distribuzione di tali anomalie termiche farebbe presupporre per un mese di luglio 2020 con una zona di bassa pressione spesso posizionata sull’Atlantico centro-settentrionale ma che allungherebbe saltuariamente delle saccature instabili anche verso l’Europa centro-orientale. Rimonte degli anticicloni più frequenti invece alle latitudini mediterraneo con componente più azzorriana che africana.

  • Nuova goccia fredda nel weekend con piogge e temporali

    Nel corso del weekend ecco una nuova goccia fredda in quota che dovrebbe transitare sull’Italia. Piogge e temporali sparsi nella giornata di Sabato al Centro-Nord con fenomeni soprattutto sulle regioni tirreniche. Condizioni meteo instabili anche Domenica con fenomeni soprattutto durante le ore pomeridiane e serali ed in particolare sulle zone interne del Centro-Sud. Confermata una nuova flessione delle temperature specie sulle regioni meridionali con valori anche di 4 gradi al di sotto delle medie del periodo.

  • Anomalie di precipitazione per luglio 2020

    Il modello ECMWF propone anomalie positive di precipitazioni sull’Europa centro-orientale e sulla Scandinavia, segno dei frequenti passaggio perturbati di natura atlantica. Anomalie negative invece sull’Europa occidentale, sul Mediterraneo e sui Balcani dove a prevalere potrebbero essere i campi di alta pressione. Trattandosi comunque di rimonta spesso azzorriane non dovrebbero mancare i temporali pomeridiani specie sui rilievi, localmente anche di forte intensità.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: