Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 27 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – CICLONE UDINE in azione nel Mediterraneo porterà venti fino a 200km/h e MALTEMPO ESTREMO: quali effetti per l’ITALIA?

METEO - Un CICLONE MEDITERRANEO sta prendendo vita sulle zone più meridionali del Mare Nostrum: entro VENERDI' porterà venti fino a 200km/h e MALTEMPO ESTREMO, ma quali effetti arriveranno in ITALIA?

Ciclone, immagine di repertorio fonte PIxabay.
1 di 3
  • Autunno molto pigro fin qui, ma ecco il primo squillo

    Siamo in genere abituati a veder apparire l’autunno attraverso l’arrivo delle piogge e dei temporali. Fin qui però in questa prima metà di settembre si può dire che la stagione autunnale sia stata ancora piuttosto pigra, con temperature che anzi si sono rivelate tipiche del periodo pienamente estivo. Eppure, quest’oggi l’autunno sta emettendo un primo squillo, una prima vera prova del suo ormai imminente arrivo. Nel Mediterraneo è infatti presente una depressione con caratteristiche simil-tropicali che sta già portando (e porterà) maltempo all’estremo sud Italia e che nelle prossime ore è comunque destinato a potenziarsi ulteriormente passando allo stadio di vero e proprio ciclone mediterraneo.

    Ciclone mediterraneo è uno dei primi segnali autunnali

    Sebbene negli ultimi anni fa sempre almeno un’apparizione all’interno delle tiepide acque mediterranee nel trimestre autunnale, l’avvento di un ciclone mediterraneo costituisce comunque un evento generalmente raro. Ciò è sicuramente favorito anche da un surriscaldamento eccessivo delle acque del mare nostrum, complici estati tendenzialmente più calde. La superficie marina che sta momentaneamente attraversando la depressione (in procinto di passare allo stadio di ciclone) si attesta infatti intorno ai +27°C, il che favorisce il proliferare di questi fenomeni. Basandoci sui principali centri di calcolo, tracciamo una possibile evoluzione del più volte menzionato ciclone.

    Traslazione ciclonica lenta sul Mare Jonio

    Momentaneamente la depressione presenta un minimo ancora superiore ai 1000hPa, ma nelle prossime ore si approfondirà rapidamente intensificandosi e passando dunque allo stadio di ciclone mediterraneo. Esso effettuerà una traslazione lenta sul Mare Jonio, accennando ad un timido avvicinamento verso le zone più meridionali della nostra Penisola nel corso di questa serata, prima di virare però verso est, in zone in grado di favorire il rinvigorimento e la rigenerazione dell’attività ciclonica (grazie appunto al mare caldo). Esso si dirigerà dunque verso la Grecia, dove dovrebbe fare landfall nella giornata di venerdì 18 settembre. PER I DETTAGLI RELATIVI ALLE PREVISIONI METEO DELLA VOSTRA CITTA’, CONSULTATE IL NOSTRO SITO.

  • Nell’avvicinamento verso l’Italia in serata porterà acquazzoni e temporali intensi all’estremo sud

    Quando in serata si muoverà lentamente in direzione della nostra Penisola, sarà responsabile di maltempo a tratti anche intenso all’estremo sud, in particolare tra messinese e reggino. Nulla di estremo però, soprattutto a quanto dovrebbe accadere sulle coste del Peloponneso nella giornata di venerdì, con il ciclone che a quel punto presenterà raffiche di vento prossime anche ai 200km/h con precipitazioni molto forti e accumuli localmente eccezionalmente elevati.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: