NanoPress

METEO: clima più freddo ma secco al nord ITALIA, instabile al centro sud con neve

Pubblicato da Roberto Schiaroli

Segnala
  • La tendenza meteo sull’ Italia per le prossime ore e i prossimi giorni di Gennaio vede ancora clima invernale con neve fino a bassa quota, vediamo dove nello specifico.

    Tendenza meteo in Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni, neve in arrivo al centro-sud. Foto valdisere.com

    Correnti settentrionali in arrivo in Italia

    Il mese di Gennaio iniziato all’ insegna del clima tipicamente invernale con neve fino a quote pianeggianti in Umbria e lungo le coste adriatiche fino alla Puglia, potrebbe procedere con temperature ancora una volta sotto la media del periodo e risultare così uno tra i più freddi del ventesimo secolo. Nelle prossime ore e nei prossimi giorni saranno di nuovo le correnti settentrionali a prevalere sulla nostra penisola con scenari meteo invernali sulle regioni adriatiche e al sud Italia. Maggiori dettagli li trovate anche nell’ approfondimento della meteorologa Martina Rampoldi sulla neve al Centro-Sud mentre tutte le mappe del modello GFS con temperature e precipitazioni sono consultabili nella nostra sezione dedicata.

    Peggiora il tempo nelle prossime ore sulle regioni centro-meridionali

    Un nuovo peggioramento meteo raggiungerà l’Italia già nelle prossime ore e si avvertirà un nuovo calo delle temperature. Prime piogge sulle regioni centro-meridionali, secondo il modello GFS sulle regioni del medio-basso Adriatico e al Sud tornerà a cadere la neve e fino a quote molto basse specie tra la giornata di Giovedì e quella di Venerdì. Marche, Abruzzo, Umbria, Molise, Puglia, Basilicata, Campania e Calabria saranno ancora una volta le regioni più a rischio maltempo nei prossimi giorni e con nevicate localmente fino a quote molto basse, in Appennino avremo gli accumuli più abbondanti. Il tutto mentre al Nord e regioni tirreniche centrali le condizioni meteo resteranno più stabili.

  • Tendenza meteo in Italia nel lungo termine

    Il robusto anticiclone risulterà ancora stabile tra l’ Europa più occidentale e l’ oceano Atlantico mentre sulla Scandinavia sarà in azione una circolazione depressionaria con masse di aria molto fredda. Un situazione sinottica favorevole per le discese di correnti settentrionali sull’ Italia e clima sempre piuttosto freddo. IL mese di Gennaio condizionato dal potente Stratwarming e dal conseguente spilt del Vortice Polare Stratosferico potrebbe risultare uno tra i più freddi e nevosi dell’ ultimo millennio in gran parte  dell’ Europa tranne sui settori più occidentali e persino in Italia. Tendenza meteo tuttavia di difficile interpretazione già dalla prossima settimana quando è prevista una parziale e temporanea accelerazione del vortice polare con le correnti dall’ oceano nord-atlantico che potrebbero raggiungere a più riprese l’ Italia alternate solo da timide rimonte anticicloniche. Il tutto pertanto in un contesto climatico a tratti anche più freddo della norma.  Seguite allora tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione meteo e iscrivetevi al nostro canale youtube.

Iscriviti alla nostra newsletter

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter