Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 10 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – COLPO di SCENA! Primo BREAK dell’ESTATE in arrivo con forte MALTEMPO e CROLLO TERMICO, ecco dove e quando

METEO - COLPO di SCENA, la prima decade di LUGLIO potrebbe trascorrere con un doppio affondo ATLANTICO: in arrivo primo BREAK ESTIVO con TEMPORALI e GRANDINATE, ecco i dettagli

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Sole e bel tempo prevalente sulla nostra Penisola

    Anche nella giornata odierna così come da una settimana esatta a questa parte, sulla nostra Penisola si vivono condizioni meteo di prevalente stabilità, con cieli soleggiati o al più poco nuvolosi su buona parte dello stivale. Di tanto in tanto, qualche ammasso nuvoloso più consistente è stato ritrovato lungo la dorsale appenninica, ma spesso è risultato arido di precipitazioni, fatta eccezione per la giornata di ieri quando l’Appennino abruzzese ha avuto a che fare con la formazione e lo sviluppo di qualche locale temporale. Ma di eccezioni ce ne sono state tante e tutte riguardanti il settore alpino e le zone limitrofe, alle prese spesso con il maltempo a causa di un flusso atlantico molto basso sull’Europa.

    Passaggio perturbato sui settori nordorientali

    Già in questi minuti i settori più nordorientali della nostra Penisola sono alle prese con il passaggio di un fronte perturbato a causa di un tentativo di affondo da parte di una vasta saccatura di origine nordatlantica dominata un profondo centro di bassa pressione di 990hPa presente a nord dell’Inghilterra, nei pressi della Scozia. La saccatura tuttavia trova un muro anticiclonico non appena varca le Alpi, avendo dunque le sembianze di un blando e rapido cavo atlantico in Italia: esso infatti porterà forte maltempo soprattutto nel corso di questo pomeriggio in Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto settentrionale (bellunese).

    Fino al weekend bel tempo su gran parte del territorio nazionale, poi peggiora, ma non sarà il primo vero break

    Tali condizioni meteo di prevalente stabilità avvolgeranno la nostra Penisola per buona parte della settimana corrente e fino a giovedì 2 luglio con disturbi temporaleschi persistenti sulle località alpine in maniera localizzata (fatto salvo per la giornata di domani martedì 30 giugno che si preannuncia stabile pressoché ovunque). A partire dal prossimo fine settimana una blanda saccatura di origine atlantica causerà un peggioramento delle condizioni meteo che riguarderà essenzialmente le zone interne dell’Italia peninsulare, come abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale. Tuttavia, non sarà questo il primo vero break estivo, come vedremo nei paragrafi successivi.

  • Seconda parte della prossima settimana con vera e propria perturbazione in arrivo

    Non si può definire primo break della stagione estiva quello del prossimo weekend poiché le correnti atlantiche si insinueranno nel Mediterraneo centrale senza innescare una vera e propria perturbazione con tanto di minimo depressionario. Quello che invece è previsto accadere per la seconda parte della prossima settimana, nonché dal giorno 7 o 8 luglio. I principali centri di calcolo si stanno delineando sempre più verso quest’ipotesi.

  • Forte maltempo con crollo termico e possibili grandinate

    In un momento successivo la saccatura di origine nordatlantica in affondo verso la nostra Penisola potrebbe isolarsi a goccia fredda, cosicché il maltempo può manifestarsi anche attraverso l’arrivo di forti grandinate. Esso interesserà comunque soprattutto il centro-nord Italia, mentre è ancora da valutare un possibile coinvolgimento delle regioni meridionali. L’instabilità verrebbe inoltre accompagnata da un crollo delle temperature sensibile in tutto il Paese, anche nelle aree non interessate dal maltempo, dove comunque risulterà meno netto. Tuttavia, data la distanza temporale e nonostante i principali centri di calcolo si stiano comunque delineando verso quest’ipotesi, è ancora presto scendere nei dettagli, non togliendo che si tratta di una tendenza che ha ancora una bassa affidabilità. Pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti sul nostro sito.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: