Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Elevato rischio NUBIFRAGI nelle prossime ore su parte dell’ITALIA, ecco le zone coinvolte

METEO - Elevato rischio di forti temporali nelle prossime ore su Sicilia, Sardegna e parte della Calabria; non si escludono nubifragio lampo con accumuli pluviometrici elevati

Nubifragi in arrivo nelle prossime ore ancora su Sicilia e Sardegna
1 di 3
  • Meteo in atto sull’Italia: instabile al sud, anticiclone al nord

    La goccia fredda isolatasi durante la scorsa settimana a ridosso delle Baleari, negli ultimi giorni è traslata verso levante, agendo attualmente a ridosso della Sardegna. Ed è proprio l’Isola che sta facendo i conti con i fenomeni più intensi negli ultimi giorni: dopo il violento nubifragio che ha colpito il cagliaritano nei giorni scorsi, la notte appena trascorsa e le prime ore del mattino hanno visto forti temporali coinvolgere questa volta la parte nord dell’Isola. In questo momento locali temporali stanno interessando le coste orientali della Sardegna e ioniche meridionali della Calabria, mentre prevale il bel tempo sul centro-nord e restanti regioni del Sud Peninsulare; ma ben presto l’instabilità si innescherà nuovamente su molte regioni, vediamo nei prossimi paragrafi quali saranno a maggior rischio fenomeni.

    Temporali in nuovo aumento dal pomeriggio al sud ed isole

    Meteo –  Nonostante la goccia fredda giunta nei giorni scorsi tende gradualmente a perdere energia, persiste una circolazione ciclonica tra la Sardegna ed il Canale di Sicilia in grado di mantenere condizioni meteo decisamente instabili su molte regioni italiane. La vicinanza alla goccia fredda di Sicilia e Sardegna penalizzerà ancora una volta queste due regioni: nelle prossime ore ci attendiamo un rapido sviluppo di celle temporalesche in particolare sui settori centro-meridionali della Sardegna e centro-settentrionali della Sicilia, con fenomeni di forte intensità e localmente anche a carattere di nubifragio. Non si escludono allagamenti e disagi. I temporali prenderanno forma anche sull’Appennino meridionale e zone interne del Lazio, estendendosi ai settori tirrenici di Basilicata e Calabria sospinti dalle correnti in quota dai quadranti orientali. Il tempo risulterà più stabile sul resto dell’Italia, specie su Toscana, Marche e regioni settentrionali, salvo occasionali acquazzoni sui settori alpini ed occasionalmente sull’Umbria sudorientale.

    Rischio nubifragi tra Sicilia, Sardegna e Calabria tirrenica

    Come anticipato il maltempo picchierà duro ancora una volta in particolare sulle due Isole Maggiori. La posizione della goccia fredda tra il Canale di Sicilia e di Sardegna manterrà un’atmosfera decisamente instabile e favorevole allo sviluppo di strutture temporalesche piuttosto intense. Dopo il nubifragio che ha interessato nella giornata di ieri la città di Palermo, nuovi forti temporali torneranno ad interessare la Sicilia nelle prossime ore, con i fenomeni che risulteranno ancora una volta molto intensi fino ai settori costieri settentrionali. Maltempo che non risparmierà nemmeno la Sardegna, dove nelle ultime 12 ore sono caduti fino a 70 mm di pioggia nei settori settentrionali; nella seconda parte di giornata i temporali tenderanno a formarsi con maggior probabilità sui settori centro-meridionali, quindi con nuovo rischio nubifragio anche per la città di Cagliari. Temporali intensi attesi anche sulla Calabria tirrenica. Gli accumuli pluviometrici potranno localmente superare i 50 mm in un lasso temporale piuttosto breve, quindi a carattere di nubifragio con elevato rischio di allagamenti. E sul resto d’Italia che tempo farà? vediamo un approfondimento nella prossima pagina.

  • Tempo più stabile al centro-nord, salvo locali disturbi

    Se all’estremo sud si faranno i conti ancora con elevato rischio temporali e nubifragi,  tanto sole caratterizzerà la giornata odierna al centro-nord, salvo occasionali addensamenti a ciclo diurno a ridosso dei settori montuosi. Brevi acquazzoni non sono esclusi sui settori alpini, Umbria sudorientale e zone interne del Lazio, ma da domani splenderà il sole ovunque.  Caldo in aumento, con massime al di sopra dei +30°C. Residua instabilità anche sulle zone interne della Campania, con possibili temporali nelle prossime ore, poi da domani al via una fase decisamente più stabile.

  • Rischio nubifragi al sud con temporali ed allagamenti in particolare su Sicilia, Sardegna e Calabria! Rimani sempre aggiornato con il Centro Meteo Italiano.

    Condizioni meteo decisamente instabili al sud ed Isole Maggiori con rischio forti temporali; caldo e stabile su gran parte del centro-nord.  Per rimanere sempre aggiornato vi consigliamo di consultare il nostro sito ed il nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi!

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: