Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – EMERGENZA MALTEMPO in Sardegna, ponte crollato a Orune e intere zone isolate; diverse EVACUAZIONI, i dettagli

METEO - La Sardegna torna nell'incubo ALLUVIONE e piange già 3 morti; intere frazioni isolate con linee elettriche e telefoniche interrotte dove i Sindaci comunicano attraverso ponte radio. Diverse evacuazioni, al lavoro Vigili del Fuoco e Protezione Civile per interventi di soccorso con fiumi e torrenti in piena, i dettagli

METEO – EMERGENZA MALTEMPO in Sardegna, ponte crollato a Orune e intere zone isolate; diverse EVACUAZIONI, i dettagli
Alluvione, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • La Sardegna piomba di nuovo nell’incubo alluvione dopo quello del 2013 a causa di un vortice depressionario nel Mediterraneo

    Nella giornata odierna la Sardegna è ripiombata nell’incubo alluvione: un vortice depressionario che negli scorsi giorni si è formato grazie allo scontro di due masse d’aria di matrice completamente opposta, quella più fresca ed umida atlantica e quella più mite e secca africana, si è intensificato con il suo passaggio sulle calde acque del Mediterraneo avvicinandosi al nostro Paese. La dinamica ricorda un po’ la perturbazione che colpì la Sardegna il 18 novembre 2013, producendo effetti purtroppo molto simili.

    Il bilancio grava di 3 morti e almeno 1 disperso

    E’ da questa mattina che la Sardegna, in particolare le zone orientali della stessa, stanno osservando l’arrivo di nubifragi anche persistenti, con diversi allagamenti e frane. Purtroppo il bilancio in termini di vite umane risulta piuttosto pesante e consta di 3 morti a cui va aggiunto anche almeno un disperso. In aggiunta a ciò, va specificato che continuerà a piovere in maniera intensa fino ad almeno questa sera, prima di un’attenuazione (ma non di una cessazione) dei fenomeni.

    Ponte crollato a Orune, situazione critica

    La situazione appare molto critica in diverse zone della Sardegna. Maggiormente colpito da questa perturbazione appare il nuorese, ma non mancano danni e disagi nel resto delle province. A Orune un ponte è crollato in seguito alla piena di un torrente, stando a ciò che si apprende dal sito “sardegnalive.net“. Si registrano inoltre diversi evacuati in via precauzionale a Bitti e Galtellì: il Sindaco di quest’ultimo comune ha predisposto la sala dell’anfiteatro riscaldata per ospitare le persone che non trovano una sistemazione alternativa. PER I DETTAGLI SULLE PREVISIONI METEO DI NUORO, CONSULTATE IL NOSTRO SITO.

    CONTINUA A LEGGERE

  • Diverse frazioni isolate, i Sindaci comunicano attraverso ponte radio con la Protezione Civile Regionale

    Stando a ciò che si apprende dal sito “ilfattoquotidiano.it” sarebbero diversi i comuni isolati e tra questi Bitti, Galtellì, Loculi e Onifai. I sindaci di queste zone infatti, si servirebbero di un ponte radio per rimanere in contatto con la Protezione Civile Regionale, in quanto sarebbero out sia le linee telefoniche che quelle elettriche. Interrotta per una frana la SS389 che collega Bitti a Orune. Al lavoro c’è il prezioso aiuto dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile pronti per interventi di soccorso.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: