Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 4 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO EPIFANIA – La TENDENZA con gli ultimi aggiornamenti per l’inizio di GENNAIO 2021

METEO EPIFANIA - Tendenza per il proseguo della settimana fino alle ultime festività Natalizie

METEO EPIFANIA – La TENDENZA con gli ultimi aggiornamenti per l’inizio di GENNAIO 2021
METEO EPIFANIA - La TENDENZA con gli ultimi aggiornamenti per l'inizio di GENNAIO 2021
1 di 3
  • Maltempo in atto sull’Italia, con neve e vento forte

    Salve cari amici del Centro Meteo Italiano! Stamattina sulla nostra penisola abbiamo potuto constatare le ingenti nevicate che si sono verificate sulle regioni settentrionali, grazie all’apporto di aria polare dai paesi più settentrionali dell’Europa. La vasta perturbazione nord-atlantica ha permesso un crollo della pressione sul nostro territorio, grazie ad un vasto minimo di bassa pressione che registra il suo culmine depressionario a nord della Francia (con ben 970 hPa). A causa del gradiente barico molto accentuato, i venti di Libeccio stanno imperversando sulle coste Tirreniche, con raffiche massime fino a 100 km/h. Entriamo nel dettaglio e vediamo cosa è successo stamattina e come si evolverà la situazione meteo!

    Nevicate al nord dall’impulso Polare, ecco cosa è successo

    Come anticipatamente accennato, la neve è giunta a bassa quota su molte regioni del nord Italia; le prime regioni a risentirne sono state quelle del nord-ovest dove la neve fin da subito è caduta a quote pianeggianti: neve su Liguria a bassa quota nel Savonese e su Genova (ma solo coreografiche). Neve anche nel Cuneese, nel Torinese, Astigiano, Alessandrino e Novarese in Piemonte; neve anche a Milano, specialmente nelle zone di periferia dove gli accumuli risultano ingenti anche sopra i 30 centimetri. Neve su Vercelli, Pavia, Piacenza, Parma, Bargamo, Brescia e Mantova. Grande escluso il Bolognese come il Veronese, mentre la neve è caduta e sta cadendo ancora su Vicentino, Trevigiano e Padovano. Le correnti miti stanno mettendo a dura prova le località di pianura che in alcuni casi hanno visto il passaggio dalla neve alla pioggia, con conseguente aumento termico. La tendenza meteo per il termine del 2020 promette ancora maltempo a più riprese. Vediamo per quale motivo!

     

    Dalla grafica della tendenza settimanale del modello ECMWF si evince un’anomalia di temperatura negativa sull’Europa centro-occidentale. Fonte Effis

    Tendenza meteo fino all’Epifania

    Sembra ormai tracciato il trend per la settimana attuale, grazie alla costante presenza di una laguna barica sull’Europa centro-meridionale che permetterà a più riprese l’arrivo di correnti occidentali perturbate. Il quadro sembra ben delineato anche per l’inizio della prossima settimana, con un anticiclone possente che potrebbe “incastrarsi” sull’Islanda, permettendo la permanenza della circolazione depressionaria sul bacino Mediterraneo. Dunque non solo le proiezioni modellistiche, ma anche i modelli a medio-lungo termine (come l’Europeo) prevedono un periodo più perturbato e piovoso fino al periodo dell’Epifania. Per tracciare una linea più precisa tuttavia, attendiamo i prossimi aggiornamenti per darvi dettagli ulteriori.

     

  • Possibile pausa nel seguito? Ancora molta incertezza

    Se nei recenti aggiornamenti dei modelli matematici si intravedeva la possibilità di una rimonta anticiclonica anche sull’Italia (molto momentanea a ridosso dell’Epifania) per il momento non si prevedono spiragli “stabili” grazie ad un anticiclone possente alle alte latitudini Europee. Questa tendenza potrebbe subire importanti modificazioni, vista ancora la divergenza che accomuna i centri di calcolo internazionale. Dunque ci aggiorneremo più avanti per darvi ulteriori dettagli su quello che potrebbe accadere in seguito!

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: