Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ESPLODE l’INVERNO a DICEMBRE con FREDDO POLARE e NEVE a quote molto basse? Ecco la tendenza

METEO - ESPLODE l'INVERNO a DICEMBRE con l'arrivo del FREDDO POLARE: torna la NEVE a quote molto basse sui settori nordoccidentali? Per ora solo un'ipotesi, ma portata avanti da qualche giorno

METEO – ESPLODE l’INVERNO a DICEMBRE con FREDDO POLARE e NEVE a quote molto basse? Ecco la tendenza
Prossima settimana con freddo in arrivo e fiocchi di neve a bassa quota, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Anticiclone con le ore contate

    L’Alta pressione che già da qualche giorno sta portando i suoi effetti più evidenti soprattutto sulle regioni centro-settentrionali (su quelle meridionali e in particolare in Sicilia insisteva lo scorrimento di flussi perturbati che hanno portato acquazzoni localizzati, ma in grado di causare ugualmente disagi importanti), dove sono presenti cieli sereni o poco nuvolosi. Le temperature risultano in lieve ripresa dopo la violenta ondata di maltempo dello scorso weekend; tuttavia tale situazione potrebbe subire un cambiamento già a partire da domani venerdì 27 novembre, come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Nubifragi in arrivo da domani a partire dalla Sardegna

    A partire dalla giornata di domani venerdì 27 novembre sembra aprirsi una fase più dinamica per l’Italia, con l’approfondimento di un vortice depressionario sul Mediterraneo occidentale che andrà ad avvicinarsi verso la nostra Penisola. Ciò determinerà nella seconda parte di giornata l’arrivo di nubifragi anche persistenti sulle zone orientali della Sardegna. In un momento successivo ed entro il fine settimana il maltempo potrebbe interessare praticamente l’intero territorio nazionale.

    A dicembre esplode l’inverno, arriva il freddo polare?

    Nel mese di dicembre sembra letteralmente esplodere l’inverno. Stando infatti ai principali centri di calcolo con particolare riferimento all’ultima emissione del modello americano GFS, sembrerebbe che entro la prima settimana del nuovo mese, una saccatura di aria più fredda di matrice polare marittima possa affondare sulla nostra Penisola, portando un crollo delle temperature che riguarderebbe soprattutto i settori nordoccidentali, dove sarebbe previsto peraltro il ritorno della neve a quote molto basse, in particolare nel cuneese.

  • Ancora niente di definito

    Tuttavia non c’è ancora nulla di definito in quanto i modelli fisico-matematici sembrano essere nella più totale confusione. Ciò che appare delineato è un periodo particolarmente dinamico, ma risulta al momento quasi impossibile pronosticare un eventuale ondata di freddo che possa riportare la neve a bassa quota. Tuttavia, almeno per le pianure, potrebbe essere un periodo prolifico dal punto di vista delle piogge, una manna per quest’anno proseguito in larga parte con l’Anticiclone.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: