Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ESTATE in grave difficoltà, frequente MALTEMPO in arrivo in ITALIA, ci sarà la SVOLTA?

METEO - ESTATE in grave difficoltà con un partenza FLOP: frequente MALTEMPO in arrivo in ITALIA, quando ci sarà la svolta?

METEO - ESTATE 2020 proseguirà INSTABILE o arriverà il grande CALDO? le ultimissime
Meteo Estate 2020 ancora instabile sull'Italia, possibile svolta da Luglio?
1 di 3
  • Partenza flop dell’estate

    L’Estate meteorologica, lo ricordiamo, è subentrata ormai oltre una settimana fa e più precisamente il 1° di giugno, come ogni anno. A differenza dell’estate astronomica infatti, essa mostra date fisse ogni anno attribuite in maniera convenzionale, mentre l’inizio della stagione astronomica coincide sempre con il solstizio o l’equinozio della relativa stagione che è calcolato in base a dei conti matematici sull’orbita terrestre. Ebbene, l’estate meteorologica come è noto ai più attenti non sembra partita minimamente con il piede giusto, anzi fin ora il forte maltempo ha nettamente prevalso sulla stabilità in Italia.

    Violenta ondata di maltempo ha colpito l’Italia ieri

    Il maltempo che si è manifestato in questa prima decina di giorni del mese di giugno in Italia è risultato spesso anche intenso, laddove ha colpito: i fenomeni sono infatti apparsi spesso isolati o sparsi, ma particolarmente intensi. Nella giornata di ieri nella fattispecie le regioni settentrionali sono state letteralmente bersagliate dall’instabilità, con violenti sistemi temporaleschi che hanno colpito in maniera sparsa diversi settori: ricordiamo soprattutto il novarese dove, sempre rimanendo a ieri, si è segnalata la presenza di una tromba d’aria, come abbiamo maggiormente approfondito all’interno di un apposito editoriale.

    Il maltempo non ha colpito solo il nord

    Rimanendo sempre alla giornata di ieri va detto e specificato che il maltempo non ha colpito solo le regioni settentrionali del Paese, ma anche quelli centrali. In maniera meno intensa qualcuno potrebbe dire, dato che a prevalere soprattutto nei settori costieri ieri è stato il bel tempo con cielo soleggiato. In realtà, l’intensità con la quale il maltempo ha colpito alcune aree del frusinate è stata spaventosa: gli accumuli di pioggia qui hanno registrato valori davvero elevati ed a tre cifre, tali da mandare in piena i fiumi e di causare ingenti allagamenti con danni, come abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale.

  • Anche questa settimana passerà all’insegna dell’instabilità

    La svolta estiva sembra essere ancora distante dall’Italia, con la settimana corrente che anch’essa trascorrerà in prevalenza all’insegna del maltempo. Una goccia fredda infatti stazionerà sul Mediterraneo centro-occidentale portando effetti tangibili anche sulla nostra Penisola e in particolare sulle regioni settentrionali ancora una volta. Al netto di ciò, un aumento lieve delle temperature sarà comunque piuttosto probabile al sud Italia nel corso del prossimo weekend.

  • Periodo nero per stabilimenti balneari

    Ci mancava un inizio estate particolarmente instabile per gli stabilimenti balneari, che devono farà già i conti con una stagione parzialmente compromessa a causa dell’emergenza relativa al nuovo coronavirus. Un vero e proprio periodo nero per chi basa le proprie entrate economiche sulla bella stagione. La svolta come scritto in precedenza sembra essere ancora distante e in ogni caso non sembra arrivare prima della terza decade del mese.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: