Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ESTATE pronta a ripartire sull’ITALIA, TEMPERATURE in aumento e CALDO AFRICANO, tutti i dettagli

METEO - L'ESTATE è pronta a riprendersi il controllo dell'ITALIA dopo una settimana di MALTEMPO: TEMPERATURE tornano ad aumentare, ecco tutti i dettagli

Ruggito estivo nella prima metà della settimana subentrante.
1 di 3
  • Settimana instabile, più colpita la Sicilia dal maltempo

    Volge ormai al termine una settimana caratterizzata dal continuo flusso di correnti più umide e fresche di matrice atlantica proveniente dai quadranti nordorientali, che hanno non solo contenuto le temperature all’interno della norma del periodo, ma hanno favorito altresì lo sviluppo del maltempo attraverso la formazione dei classici temporali pomeridiani che hanno colpito soprattutto le zone interne del Paese. Tuttavia, non sono mancati fenomeni estremi che nella fattispecie hanno coinvolto tutti quanti la Sicilia: dalle due trombe d’aria nel catanese, una a Mineo e l’altra a Scordia, al vero e proprio alluvione che si è scatenato su Palermo.

    Oggi miglioramento generale con fenomeni residui al sud Italia

    Dal quadro sinottico a disposizione è evidente una variazione che riguarda la goccia fredda che fino alla giornata di ieri è stata la principale responsabile del maltempo sulla nostra Penisola: tale goccia fredda ha infatti traslato verso oriente, sospinta anche da un nuovo rinforzo dell’Alta pressione di matrice africana dai quadranti meridionali. Ciò ha determinato un netto miglioramento delle condizioni meteo su gran parte dello stivale, sebbene come vedremo all’interno del prossimo paragrafo non manchino, qualche nota di residua instabilità continui ad interessare la nostra Penisola anche oggi.

    Maltempo su Calabria e Sicilia jonica

    Come accennato in precedenza, malgrado l’allontanamento delle correnti più fresche e instabili stia determinando un miglioramento nitido delle condizioni meteo su gran parte del Paese, con temperature che stanno nuovamente aumentando su valori più consoni alla media del periodo e in alcuni casi anche lievemente oltre, instabilità continua a colpire alcune zone del Paese, tra cui in primis troviamo ancora una volta la Sicilia (sul versante jonico) e la Calabria jonica in misura minore. Nella prima, i temporali risultano anche molto intensi e si stanno dirigendo verso il ragusano e il siracusano.

  • Prossime ore miglioramento generale con stabilità pressoché ovunque

    L’evoluzione meteo prevista nelle prossime ore vede invece un ulteriore miglioramento delle condizioni atmosferiche in Italia, con la cessazione degli acquazzoni e dei temporali anche nelle aree che nel corso di questo pomeriggio stanno venendo interessate dal maltempo. Il miglioramento riguarderà dunque le aree joniche della Sicilia e della Calabria, dove non si esclude qualche schiarita, soprattutto su quest’ultima.

  • Temperature in aumento costante fino a mercoledì/giovedì

    A partire dunque da questa sera gli effetti di un promontorio anticiclonico di matrice africana in rimonta si faranno più evidenti sull’Italia con condizioni di totale stabilità. Nei prossimi giorni questa situazione porterà ad un aumento costante e sensibile delle temperature fino ad almeno la giornata di mercoledì 22 luglio al nord e giovedì 23 al centro-sud. In tale contesto però, non è possibile escludere qualche disturbo temporalesco pomeridiano sull’estremo nordest, in primo luogo Alto Adige e bellunese.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: