Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 6 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ESTATE pronta nuovamente a RUGGIRE, ma l’ANTICICLONE non inibisce qualche TEMPORALE, ecco i dettagli

METEO - ESTATE pronta a riprendersi il controllo del Mediterraneo e dell'ITALIA, non senza qualche disturbo di MALTEMPO, ecco i dettagli

Residui temporali al sud, anticiclone in rinforzo al centro-nord
1 di 3
  • La saccatura atlantica scivola verso la Penisola balcanica

    La saccatura di origine atlantica responsabile del maltempo dei passati giorni nella giornata di oggi è scivolata verso oriente posizionandosi tra la Penisola balcanica e la Turchia, favorendo un miglioramento delle condizioni meteo che avvolge in maniera evidente le regioni centro-settentrionali italiane. Qui infatti torna a spingere l’Alta pressione di matrice afroazzorriana dai quadranti sudoccidentali, con cieli che appaiono sereni o poco nuvolosi. L’estate infatti, come vedremo, è pronta nuovamente a ripartire, ma la presenza delle correnti più fresche sulla Penisola balcanica continueranno a portare qualche disturbo al sud, così come stanno facendo quest’oggi.

    Conta dei danni da maltempo in Italia

    Prima però di dilungarci nell’analisi a breve-medio termine per l’Italia, riavvolgiamo un attimo il nastro e riepiloghiamo ciò che è accaduto sulla nostra Penisola nei passati giorni: una saccatura di origine atlantica è tornata a spingere e ad affondare dai quadranti settentrionali, rimuovendo la canicola nella quale era avvolto lo stivale e che aveva portato le colonnine di mercurio a registrare valori anche oltre i +40°C. L’ondata di maltempo che ne è risultata tuttavia ha costretto nuovamente alla conta dei danni, dapprima al nord, poi sul basso versante tirrenico e successivamente anche sul medio-basso versante adriatico.

    Anticiclone in rimonta, ma attenzione…

    Lo scivolamento verso oriente della perturbazione che fino a ieri ha interessato la nostra Penisola ha dunque consentito all’Alta pressione di riacquisire chilometri verso nord in direzione cioè proprio dello stivale. Gli effetti di questo promontorio anticiclonico, come scritto in precedenza, sono già piuttosto evidenti sulle regioni settentrionali, ma anche in quelle centrali insiste prevalentemente il bel tempo, con qualche acquazzone e/o temporale ritrovabile solo in Abruzzo. Nei prossimi giorni l’Alta pressione tornerà a spingere, ma stando ai principali centri di calcolo risulterà frequentemente disturbata dalla presenza delle correnti più fresche ad est, come vedremo.

  • La goccia fredda porterà l’insidia maltempo

    La goccia fredda che è stata responsabile del maltempo sulla nostra Penisola nei passati giorni (e lo è anche oggi per il sud) continuerà a stazionare tra la Penisola balcanica e quella turca, provocando dunque lo scorrimento di correnti più fresche e provenienti dai quadranti nordorientali al sud. Ciò, proprio come oggi, sarà causa dello scoppio dell’instabilità che colpirà in maniera più intensa comunque nel pomeriggio.

  • Tale tendenza confermata fino al prossimo weekend

    Tale tendenza volta al maltempo dunque che continuerà a colpire comunque le regioni meridionali in maniera simile a come ha fatto e sta facendo quest’oggi, risulta confermata almeno fino al prossimo fine settimana, stando alle attuali proiezioni modellistiche. A seguire potrebbe esserci un temporaneo miglioramento anche se la presenza di correnti atlantiche poco più a nord delle Alpi potrebbe a quel punto favorire instabilità sul settentrione, sulla quale comunque ci soffermeremo prossimamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: