Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 18 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Fine SETTEMBRE SHOCK riporta la NEVE in montagna con CROLLO delle TEMPERATURE, ecco i dettagli

METEO - Fine SETTEMBRE porterà grosse novità sull'ITALIA: IRROMPE l'AUTUNNO con MALTEMPO e TRACOLLO TERMICO e con esso ritorna anche la NEVE in montagna, ecco tutti i dettagli

Intenso peggioramento autunnale in vista
Intenso peggioramento autunnale in vista
1 di 3
  • Uragano primo cenno di autunno nel Mediterraneo

    La formazione dell’uragano mediterraneo su cui abbiamo rivolto più volte l’attenzione nel corso dei passati giorni, può essere certamente considerato un primo segnale di un autunno che sta ancora scaldando i motori. Sebbene infatti all’estremo sud abbiamo avuto a che fare con il maltempo nel corso soprattutto della prima parte della giornata, il resto d’Italia ha visto invece prevalere le condizioni meteo di stabilità e clima pienamente estivo grazie agli effetti portati al suolo dall’Anticiclone afroazzorriano, ma questa situazione nel weekend finirà, almeno sulle zone più occidentali del Paese.

    Domenica di maltempo sulle aree occidentali italiane

    Partiamo dal principio presentando quella che dovrebbe essere l’evoluzione sinottica delle prossime ore e dei prossimi giorni. Mentre infatti l’uragano mediterraneo “Udine” più volte menzionato nel presente editoriale si appresterà tra la notte e la mattinata di domani venerdì 18 settembre ad approdare sulle coste occidentali del Peloponneso in Grecia, una saccatura di origine nordatlantica affonderà sulla Penisola iberica, traslando successivamente verso oriente. Non riuscirà a sfondare totalmente il muro dell’Anticiclone sull’Italia, ma si posizionerà in maniera tale da portare effetti anche sulle zone più occidentali italiane, soprattutto nella giornata di domenica 20 settembre.

    Post weekend irrompe l’autunno

    L’evoluzione meteo che si profila tra i principali centri di calcolo per i giorni successivi al prossimo fine settimana, sembra promettere molto bene per il ritorno dell’autunno. Una saccatura di origine nordatlantica potrebbe infatti successivamente piombare sull’Italia e portare, nella seconda parte della prossima settimana e cioè solamente qualche giorno dopo l’avvento dell’equinozio autunnale (previsto quest’anno per il 22 settembre) non solo condizioni di spiccato maltempo, ma anche un crollo generale e sensibile delle temperature. Sì, tale da causare anche il ritorno della neve in montagna.

  • GFS il modello più ottimista

    Il modello fisico-matematico americano GFS è forse il più ottimista tra i principali centri di calcolo. Una massa d’aria fredda si staccherebbe dal settore nordatlantico e piomberebbe sull’Italia portando un crollo delle temperature e con la neve che potrebbe tornare ad imbiancare le cime alpine a partire dai 1500/1600 metri. Tuttavia, risulta ancora prematuro parlare di quote neve, pertanto seguiranno aggiornamenti nei prossimi giorni che vi invitiamo a seguire sul nostro sito.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: