Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 30 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Forti TEMPORALI colpiscono l’ITALIA, ecco le ZONE COLPITE e l’evoluzione delle PROSSIME ORE

METEO - Una CIRCOLAZIONE DEPRESSIONARIA sul nord ITALIA è causa della formazione di violenti TEMPORALI, ecco le ZONE COLPITE e l'evoluzione prevista nelle PROSSIME ORE

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Circolazione depressionaria al nord Italia

    Insiste ancora nella giornata odierna una debole circolazione depressionaria sulle regioni settentrionali, dopo che nella giornata di ieri aveva causato la formazione di violenti quanto estremizzati temporali che hanno colpito soprattutto il Piemonte e il Friuli Venezia Giulia, in entrambi i casi causando forti disagi e danni. Il copione dal punto di vista meteorologico non si mostra così dissimile nella giornata di oggi: nel corso di questo pomeriggio una violenta linea temporalesca sta interessando la Lombardia con direttrice nord-est/sudovest. Temporali stanno interessando in maniera localizzata anche varie aree del Triveneto.

    Più nuvoloso al centro-sud, ma stabile

    Le condizioni meteo delle regioni centro-meridionali si presentano invece generalmente peggiori rispetto alla giornata di ieri: i cieli risultano infatti nettamente più nuvolosi rispetto a quanto riscontrato nelle 24 ore precedenti, questo a causa di un richiamo caldo umido alle quote medio-alte. Tuttavia tale situazione meteorologica non porta precipitazioni rilevanti al suolo se non per qualche piovasco sul medio-basso Lazio possibile in maniera locale. Altrove il tempo rimane invece stabile e asciutto grazie alla protezione posta in atto dalla cupola anticiclonica che già avvolge le regioni centro-meridionali.

    Instabilità pomeridiana, cosa attendersi nelle prossime ore?

    Dunque la circolazione depressionaria posta in essere dallo scorrimento di correnti più umide e instabili provenienti dai quadranti nordoccidentali e di matrice atlantica causano instabilità solo pomeridiana in alcune aree del nord Italia, situazione che si ripete in quanto già vissuta nella giornata di ieri, anche se le zone colpite sono (in alcuni casi) diverse. Al nord-ovest infatti, dopo le violente grandinate che si sono scatenate tra il tardo pomeriggio e la serata di ieri, le condizioni meteo sono andate migliorando con il tempo che quest’oggi risulta nuvoloso, ma stabile: non è mancata di tanto in tanto qualche breve fase soleggiata, soprattutto durante la mattinata. Cosa attendersi dalle prossime ore?

  • Graduale miglioramento nelle prossime ore

    Al solito, l’instabilità pomeridiana andrà gradualmente esaurendosi a partire dalla prima parte di serata. Questo poiché verrà meno la componente energetica immessa in atmosfera grazie al calore generato dall’irraggiamento solare nel corso delle passate ore, una componente decisiva unita allo scorrimento di correnti più fresche in quota che pongono le basi per un elevato gradiente termico verticale, fattore che favorisce la convezione.

  • Localizzati acquazzoni al confine sulle Alpi nordorientali

    Dunque entro la tarda serata odierna le condizioni meteo si presenteranno stabili e asciutte pressoché ovunque. Persisterà della residua instabilità al confine, sulle Alpi nordorientali. Si tratterà di maltempo estremamente localizzato i cui rovesci potrebbero peraltro durare breve tempo. Qualche schiarita possibile in Lombardia e in Toscana dove nelle ultime ore insistono nubi sparse, mentre altrove persisteranno cieli da parzialmente a anche molto nuvolosi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: