Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 28 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – FRONTE POLARE in ingresso in ITALIA, previsto MALTEMPO ma anche tanta NEVE, ecco dove

METEO - Fronte POLARE in abbassamento sulla nostra Penisola causerà nuovo MALTEMPO in ITALIA, ma anche NEVICATE abbondanti sul settore alpino per la giornata di domani, tutti i dettagli

Neve, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 4
  • Fin ora un inverno piuttosto anticiclonico

    Siamo ormai ad oltre un mese dal solstizio di inverno e a ridosso dei giorni della merla, tradizionalmente reputati come i più freddi dell’anno. Eppure quest’anno di freddo non se ne è poi visto molto, a parte nei valori minimi spesso e volentieri risultati comunque allineati alla media grazie al fenomeno dell’inversione termica. I valori massimi spesso e volentieri hanno però raggiunto anche i +15°C soprattutto al centro-sud, superandoli addirittura in maniera piuttosto diffusa nella giornata odierna.

    Fronte polare in ingresso, ma le temperature rimangono sopra la media soprattutto al centro-sud

    In queste ore una vasta saccatura di origine polare marittima si sta abbassando puntando il vecchio continente e il Bel Paese, respingendo il tentativo da parte dell’Alta pressione di matrice azzorriana di ritornare a prevalere sulla nostra Penisola. Tuttavia, nonostante la matrice d’aria sia “polare marittima“, il che farebbe presupporre all’ingresso di aria fredda, le temperature rimarranno sopra la media del periodo soprattutto al centro-sud. Il tipo d’aria in esame subisce infatti un riscaldamento ai bassi strati grazie al passaggio in pieno Oceano, prima di approdare sul nostro continente. Tuttavia, viene conservato il freddo a quote medio-alte e ciò sarà responsabile di nevicate anche abbondanti sul settore alpino, come vedremo successivamente.

    Maltempo sul versante tirrenico meridionale accompagnato da raffiche di vento burrascose

    Torna la neve sulle Alpi italiane.

    Il fronte polare che discenderà dai quadranti settentrionali nel corso delle prossime ore sarà responsabile di una nuova ondata di maltempo sulla nostra Penisola che questa volta investirà principalmente il versante tirrenico meridionale. Esso sarà peraltro accompagnato da raffiche di vento burrascose anche di oltre i 100km/h soprattutto lungo la dorsale appenninica calabrese. Sull’argomento abbiamo tuttavia maggiormente approfondito all’interno di un editoriale apposito. In questo articolo ci concentreremo approfonditamente sulle nevicate previste.

  • Nevicate anche abbondanti in arrivo sulle Alpi nordoccidentali

    Oltre quindi alle piogge che investiranno principalmente il versante tirrenico della Calabria nelle prossime ore, il fronte polare porterà maltempo anche lungo l’arco alpino, con precipitazioni generate principalmente grazie al fenomeno dello stau. Nevicate dunque persistenti e abbondanti attese soprattutto sulle Alpi nordoccidentali con accumuli al suolo generalmente moderati: nella sola giornata di domani mercoledì 29 gennaio, sarebbero previsti accumuli fino a quasi mezzo metro sulle Alpi Graie.

  • Nevicate anche sul resto del settore alpino

    Le nevicate non interesseranno però il solo settore nordoccidentale italiano, ma prenderanno di mira anche le Alpi centrali, dove tuttavia risulteranno nettamente più deboli e meno persistenti rispetto a quanto previsto qualche centinaio di chilometri più ad ovest. Lo stau infatti non aiuterà molto, ma consentirà comunque qualche nevicata soprattutto al confine con un accumulo però che difficilmente supererà i 15-20 centimetri su suolo nazionale.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: