Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 18 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – FRONTE TEMPORALESCO in formazione ed in arrivo su molte regioni con PIOGGE violente e NUBIFRAGI

METEO - FRONTE TEMPORALESCO in formazione sull'alto Tirreno ed in arrivo su molte regioni con PIOGGE violente e NUBIFRAGI; attenzione alle prossime ore a Toscana, Lazio, Umbria e dalla notte anche a Campania e Sicilia

METEO – FRONTE TEMPORALESCO in formazione ed in arrivo su molte regioni con PIOGGE violente e NUBIFRAGI
Meteo, rischio nubifragi nelle prossime ore in Italia
1 di 3
  • Fronte temporalesco in formazione sull’Italia

    Meteo – Buon pomeriggio a tutti gli affezionati lettori del Centro Meteo Italiano! Il peggioramento in atto sull’Italia sta entrando nel vivo: dopo le nevicate della giornata di ieri, è ripreso a nevicare fino a 200-300 metri tra basso Piemonte ed entroterra ligure, mentre forti venti meridionali “spazzano” l’intera penisola. Osservando l’immagine satellitare un fronte temporalesco, collegato alla ciclogenesi in approfondimento sull’alto Tirreno, ha preso forma lungo le coste della Toscana. Forti piogge insisteranno la regione fino alla fine del giorno, estendendosi nel corso della serata anche ad Umbria, Lazio ed entro la mattinata di domani anche su Campania e Sicilia.

    Nubifragi in arrivo su molte regioni italiane

    Meteo – Il fronte temporalesco, attivato lungo la linea di convergenza tra le tese correnti sciroccali e quelle di libeccio in ingresso dalla Corsica, si muoverà molto lentamente nelle prossime ore; forti piogge sono attese nel corso del pomeriggio sulla Toscana, dove sono già in atto allagamenti nel livornese, in estensione nel corso della serata anche al Lazio ed all’Umbria. Data la dinamica molto lenta del sistema temporalesco, ci attendiamo anche possibili nubifragi in particolare tra Toscana e Lazio, con allagamenti e disagi. Nel corso della notte il sistema perturbato scivolerà gradualmente verso sudest, interessando anche la Campania e la Sicilia.

    Attenzione al forte vento, raffiche fino a 100 km/h!

    Meteo – Non solo forti piogge e nubifragi, ma l’approfondimento della bassa pressione ha attivato anche forti venti meridionali sull’Italia. Prevista l’acqua alta a Venezia, complici le tese correnti sciroccali, dove è nuovamente entrato in funzione il Mose; nel corso del pomeriggio è atteso un ulteriore rinforzo della ventilazione, quando potrà localmente toccare i 90-100 km/h sulla Liguria di Levante, coste della Toscana e del Lazio. Nella giornata di domani si osserverà una momentanea attenuazione del vento sul medio-alto Tirreno, mentre risulterà sostenuta lungo l’Adriatico ed al sud Italia, dove potrà raggiungere i 100 km/h tra basso Tirreno, Calabria e Puglia. Il maltempo insisterà a lungo sull’Italia, influenzando anche il ponte dell’Immacolata.

     

  • Neve abbondante sui settori montuosi

    Cade la neve attualmente a bassissima quota tra Piemonte e Liguria, fino a 200 metri, mentre a quote più elevate sul resto d’Italia. Le precipitazioni intense attese nelle prossime ore favoriranno abbondanti nevicate lungo l’Arco Alpino centro-orientale, dove nelle prossime 48 ore  sono attesi fino a 200 cm sulle Dolomiti dai 1500 metri. Inizialmente la quota neve risulterà alta lungo l’Appennino, complice le miti correnti meridionali, ma in deciso calo già dalla seconda parte della giornata di domani; avvio di settimana quindi con neve anche sui settori montuosi del centro Italia, dove i fiocchi potranno tornare ad imbiancare localmente i rilievi fin sotto i 1000 metri.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Meteo  – Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: