Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 12 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Furiosa ONDATA di violenti TEMPORALI e GRANDINATE alle porte dell’ITALIA, ecco dove e quando

METEO - AFFONDO PERTURBATO pone a bersaglio l'ITALIA: dal CALDO ESTREMO ai violenti TEMPORALI e GRANDINATE accompagnate da CROLLO TERMICO, tutti i dettagli

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Ondata di calore intensa, per oggi 14 città da bollino rosso

    E’ da ormai svariati giorni che la nostra Penisola è avvolta da una coltre anticiclonica alimentata da correnti via via sempre più roventi, con un’intensificazione sensibile del caldo a partire dalla giornata di giovedì 30 luglio. Tali condizioni climatiche per certi versi estreme, soprattutto al centro-sud, sono state peraltro accompagnate da condizioni meteo di prevalente stabilità, con cieli generalmente soleggiati tranne locali eccezioni. Per la giornata di oggi inoltre, il Ministero della Salute avrebbe previsto il bollino rosso per 14 città italiane a causa di temperature elevate e dunque per pericolo di colpi di calore.

    Acquazzoni e temporali, primi segnali di cedimento dell’Alta pressione

    Nella giornata di oggi però, sebbene il quadro sinottico del Paese mostri un Anticiclone ancora piuttosto invadente e che avvolge praticamente buona parte del territorio nazionale, una blanda circolazione instabile innescata da correnti più fresche ed umide di matrice atlantica che si stanno infiltrando sotto la cupola anticiclonica determina un peggioramento delle condizioni meteo che riguarda in primis le zone interne del Paese. Più precisamente temporali termoconvettivi stanno negli ultimi minuti colpendo la dorsale appenninica e l’arco alpino anche se nelle prossime ore è prevista un’attenuazione dei fenomeni.

    Tali temporali danno respiro, ma non risolvono il problema legato alla siccità

    Sicuramente meglio del fatto che non vi fossero per nulla, ma i temporali che stanno attualmente colpendo solamente alcune zone della nostra Penisola tuttavia non risolvono il problema legato alla siccità peraltro ulteriormente aggravata a causa dell’intensa ondata di calore tutt’ora in atto in Italia. Il 2020 al momento è stato un anno piuttosto arido di piogge per lo stivale, tanto che al momento il nostro territorio nazionale nel suo complesso registra un deficit di acqua pari ad oltre 23 miliardi di metri cubi, paragonabile all’intero bacino del Lago di Como. Ciò nonostante il maltempo abbia spesso bersagliato le regioni settentrionali.

  • Furiosa ondata di maltempo per domani al nord Italia

    Nella giornata di domani domenica 2 agosto il flusso atlantico torna a spingere da nord, determinando un primo cedimento dell’Alta pressione che sarà piuttosto evidente solamente sulle regioni settentrionali. Qui è infatti prevista un’ondata di furioso maltempo, con violenti temporali occasionalmente accompagnati anche da grandinate con fenomeni in intensificazione soprattutto verso serata. Temperature in calo tanto più marcato, quanto più intense saranno le precipitazioni.

  • Stabile e asciutto al centro-sud

    Sul resto delle regioni italiane e in particolare dunque quelle relative al centro-sud, le condizioni meteo di bel tempo persisteranno ancora grazie all’Anticiclone che riesce ancora a proteggere tali settori dalle correnti più fresche e instabili provenienti dai quadranti settentrionali. Si tratterà però di una stabilità temporanea, in quanto per gli inizi della settimana prossima l’affondo è previsto essere più incisivo e tale da includere nel maltempo anche (almeno) le regioni centrali.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: